Scuola: associazioni Abruzzo illustrano priorità

'Serve studio territoriale'. Domani incontro a Pescara

(ANSA) - PESCARA, 17 SET - Riaffermare che la scuola è il motore dell'economia, implementare gli spazi e i Moduli ad uso scolastico provvisorio (Musp), evitare interventi improvvisati e parziali per tamponare, che rappresentano uno sperpero di denaro e una grande penalizzazione per tutti gli studenti, ridurre il rischio di home schooling e scuola parentale, perché "il diritto all'istruzione prevede condivisione, socializzazione e vita di comunità". Lo affermano, in vista della riapertura delle scuole, le associazioni Par - Patto per l'Abruzzo Resiliente, Priorità alla Scuola Pescara, Il Sorriso di Filippo Amatrice, comitato Vittime della Scuola San Giuliano di Puglia e comitato Vittime Casa dello Studente L'Aquila.
    Le associazioni hanno promosso l'incontro-presidio "Una pandemia di consapevolezza sullo stato della scuola?" che si svolgerà domani, venerdì 18 settembre, alle ore 17, al parco Villa De Riseis di Pescara. Gli organizzatori, nell'annunciare l'iniziativa, sottolineano che "rispetto a tutte le realtà che si presenteranno alla riapertura, è necessario predisporre uno studio territoriale a stretta scala per poter garantire la sicurezza in presenza di qualsiasi rischio emergenziale.
    L'emergenza Covid - concludono - ha scoperchiato un vaso di pandora che era stato per decenni tenuto malamente e volutamente tappato alla buona". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie