Dpcm chiude piscine, Fin Abruzzo 'è un disastro'

Gestore 'avevamo appena superato controlli.E' una presa in giro'

(ANSA) - PESCARA, 25 OTT - Dopo aver riaperto a fine maggio con grandi sacrifici economici, i gestori delle piscine abruzzesi sono costretti ad alzare bandiera bianca. Il nuovo Dpcm in vigore da domani prevede chiusura di palestre e piscine.
    Il presidente della Federazione Italiana Nuoto (Fin) Abruzzo Cristiano Carpente, parla di "disastro su tutta la linea. La salute viene prima di ogni cosa, ma non capiamo questo accanimento verso palestre e piscine. Non si comprende perché si vanno a colpire in particolare le piscine. Avevamo riaperto con enormi sforzi economici. Ci era stato detto che sarebbero arrivati aiuti, ma sono arrivate quelle che definirei mance. E ora siamo punto e a capo, con tutte le attività ferme". Il presidente e gestore della piscina comunale "Ondina Valla" di L'Aquila Giovanni Benevieri: "Questa è una presa in giro. Prima ci danno una settimana per dire di adeguarci, quando da maggio osserviamo tutte le prescrizioni sanitarie, fanno effettuare nelle strutture i controlli che danno esito positivo e poi ci chiudono: siamo senza parole". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030



        Modifica consenso Cookie