Manovra: Pd, senza Pezzopane esito incerto per L'Aquila

(ANSA) - ROMA, 20 DIC - "Dispiace che ci sia qualcuno nel centrodestra che perda tempo ad appuntarsi medaglie, senza peraltro nemmeno conoscere lo svolgimento dei fatti, invece che gioire per l'ok a un intervento importante per L'Aquila e i territori terremotati che ha visto il consenso unanime di tutti i gruppi. Chi ha dato ricostruzioni fuorvianti era, con tutta evidenza, molto lontano dalla Commissione Bilancio della Camera dove negli ultimi giorni si è discusso del tema. Va da sé, inoltre, che senza l'impegno della maggioranza di Governo sarebbe stato pressoché impossibile far passare interventi come questo che comportano un impegno di spesa così importante". Lo dichiara Ubaldo Pagano, Capogruppo Pd in Commissione Bilancio alla Camera dei deputati.
    "La prima firma dell'On. Trancassini seguita in copia dalla firma di Pezzopane, non sta a significare che l'iniziativa sia stata di Fratelli d'Italia, tutt'altro. Nell'esame della manovra, d'accordo con tutti i gruppi, abbiamo lavorato unanimemente sulla questione delle zone terremotate. Il fatto che quello specifico emendamento porti la prima firma di un esponente di FdI è il risultato di un accordo più largo, che ha riguardato anche altri emendamenti approvati in favore della ricostruzione post-sisma e che portano la firma del Pd e degli altri partiti di maggioranza e minoranza".
    "Stefania Pezzopane si è battuta molto per far passare il suo emendamento, assorbito nel testo riformulato poi approvato, e senza la sua tenacia l'intervento per L'Aquila non avrebbe visto il semaforo verde." (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie