Figlio vittima, fuori dopo solo una anno? É una vergogna

'Sono stati troppo morbidi con gli assassini di mio padre'

(ANSA) - NAPOLI, 10 SET - "E' una vergogna, ma come è possibile che un killer, dopo solo un anno di galera, esca in permesso premio per festeggiare i suoi 18 anni?". Giuseppe è il figlio di Franco Della Corte, il vigilantes colpito a morte il 16 marzo 2018 all'esterno della metro di Piscinola, a Napoli, dove lavorava, da un gruppo di ragazzini. E' rimasto incredulo di fronte alla notizia che uno degli assassini del padre abbia potuto usufruire di un permesso premio e festeggiare.
    "Sono stati troppo morbidi con gli assassini di mio padre - dice - Capisco che è la legge, che era il rito abbreviato, ma già la condanna è stata irrisoria. Anche il premio. Capisco che chi gli ha concesso l'uscita poteva farlo, ma proprio non ne capisco il motivo". "Quello è un assassino, ha ucciso mio padre, un uomo radioso, un genitore che ci ha trasmesso valori - sottolinea - Abbiamo perso così nostro padre e ci hanno creato un dolore tale che è difficile accettare, e addirittura la festa di 18 anni?".(ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Universiade 2019
       (ANSA)

      Arredi donati alla protezione civile

      100 kit dismessi dai locali della Mostra d'Oltremare


       (ANSA)

      Basile, un risultato di qualità

      Ancelotti? Se mi avesse chiamato lo avrei rassicurato prima


       (ANSA)

      Ecco i nuovi spogliatoi del San Paolo

      Oggi la visita di De Luca, De Laurentiis e Basile


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere