Giornata mondiale olivo, salvare 250 mln di piante in Italia

Coldiretti, sotto attacco da Xylella e crisi ristoranti

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 26 NOV - E' la giornata mondiale degli ulivi proclamata dall'Unesco e festeggiata il 26 novembre in tutto il mondo e in Italia, dove da tutelare è un patrimonio di 250 milioni di piante anche monumentali decimato dalla Xylella e dalla crisi provocata dalla chiusura di ristoranti e agriturismi dove le vendite si sono praticamente dimezzate. E' quanto afferma la Coldiretti, nel sottolineare il ruolo economico, ambientale, culturale e salutistico della produzione dell'olio di oliva, colonna della dieta mediterranea.

Un patrimonio minacciato anche dai cambiamenti climatici che hanno investito l'Italia dove quest'anno si registra un calo produttivo nazionale di extra vergine del 30% pari a circa 255 milioni di chili, secondo i dati previsionali Ismea-Unaprol.

Questo, però, a fronte si un'elevata qualità grazie all'ottima fioritura, a condizioni meteo non avverse e ai limitati attacchi della mosca olearia. A pesare quest'anno è anche la chiusura dei ristoranti che, in Italia e nel mondo, rappresentano un importante mercato di sbocco soprattutto per le produzioni di qualità made in Italy. Sul fronte del mercato, la minor produzione 2020 e la domanda delle famiglie sta spingendo i listini con aumenti che riguardano anche gli oli Dop/Igp italiani. L'andamento dei prossimi mesi dipenderà dalla situazione internazionale con la produzione mondiale stimata in linea a quella dello scorso anno ed i prezzi in Spagna, Grecia e Tunisi che mostrano tendenze al rialzo. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie