Pantelleria, raccolte in mare 19 tonnellate di pneumatici

Progetto di Ecotyre e Marevivo

Redazione ANSA ROMA

ROMA - Sono circa 19 mila i chilogrammi di gomme giunte a fine vita raccolti a Pantelleria da EcoTyre e Marevivo, in collaborazione con l'Amministrazione Comunale.

Grazie a PFU Zero sulle coste italiane, la campagna di sensibilizzazione e di raccolta e recupero degli pneumatici fuori uso abbandonati, i diving (DIVE-X, Green Divers, Yam Sub e Associazione Pescatori) hanno recuperato in acqua oltre 2 mila kg di gomme, circa 70 PFU, di cui almeno una trentina appartenenti a camion e trattori.

Sono, invece, circa 17 mila i kg di PFU, stoccati temporaneamente in un'area limitrofa al porto del Comune di Pantelleria, che EcoTyre avvierà al recupero come stabilito dal protocollo di intesa sottoscritto con l'Amministrazione locale.

Il Consorzio fornisce al Comune di Pantelleria un servizio di ritiro gratuito e periodico delle gomme giunte a fine vita presenti sull'isola e garantisce, con mezzi adeguati, l'avvio al corretto recupero. L'accordo con EcoTyre ha risolto un problema annoso per Pantelleria che, per caratteristiche geografiche, ha da sempre riscontrato una serie di difficoltà logistiche nella gestione degli PFU con conseguenti accumuli sul territorio.

Gli PFU sono una tipologia di rifiuto cosiddetta 'permanente': se lasciata in natura e in mare necessita di centinaia di anni per degradarsi completamente, ma se gestita in modo corretto, è riciclabile al 100%.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA