Recovery: Fise, risorse insufficienti per economia circolare

"Servono incentivi, anche tramite credito d'imposta"

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 11 GEN - "I fondi ad oggi previsti nella nuova architettura del Recovery Plan per l'economia circolare e la valorizzazione del ciclo dei rifiuti sono insufficienti a garantire la transizione del nostro Paese verso un modello di economia circolare e a colmare il gap impiantistico che ogni giorno ci costringe a esportare rifiuti, perdendo materia prima, energia e risorse economiche". Lo scrivono in una nota congiunta le Associazioni FISE Assoambiente e FISE Unicircular, che rappresentano il mondo delle imprese che raccolgono, gestiscono, riciclano e smaltiscono i rifiuti urbani e industriali del nostro Paese.

"L'attuale bozza di Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza rischia di essere una clamorosa occasione persa - aggiungono le associazioni -, non individuando strumenti economici per rafforzare il mercato del riciclo e del riutilizzo. Servono misure di incentivazione, anche tramite credito d'imposta, all'utilizzo di prodotti "circolari". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie