Domani Conferenza mondiale dei rettori

Tor Vergata ospita iniziativa in collaborazione con Miur

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 8 NOV - Nella prestigiosa cornice di Villa Mondragone, Centro Congressi d'Ateneo, 30 Paesi - tra cui Giordania, Israele, Francia, Germania, Libano, Regno Unito, Federazione Russa, Siria, Argentina e Austria - saranno rappresentati domani dai vertici delle istituzioni accademiche di tutto il mondo, chiamate a confrontarsi sul ruolo e missione delle università in questo complesso presente. L'Ateneo di "Tor Vergata" ospita infatti anche quest'anno la Conferenza Mondiale dei Rettori delle Università, in collaborazione con il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, la Conferenza dei Rettori delle Università Pontificie Romane della Santa Sede e il Vicariato di Roma.
    In linea con l'impegno globale per il raggiungimento degli obiettivi fissati dall'Agenda 2030 delle Nazioni Unite, alle università, responsabili della formazione dei futuri leader del pianeta, della diffusione della conoscenza e dello sviluppo della ricerca teorica e applicata, spetta anche il compito di farsi motore di innovazione sociale.
    All'intervento di apertura del Rettore Giuseppe Novelli seguiranno quelli del Prof. Rev. Mauro Mantovani, Presidente della Conferenza dei Rettori delle Università Pontificie Romane della Santa Sede, dell'Amb. Giorgio Marrapodi, Direttore Generale per lo Sviluppo alla Cooperazione della Farnesina e del Monsignor Lorenzo Leuzzi, Vescovo di Teramo, e Commissione Episcopale Italiana (CEI) per l'Università, Scuola e l'Educazione.
    Al Prof. Leonardo Becchetti, Docente di Politica Economica di "Tor Vergata", è affidato il keynote speech dal titolo "Social and environmental challenges of globalization. A vision and some ideas for sustainable solutions".
    Coordinatore della Conferenza Mondiale dei Rettori delle Università il Prof. Massimo Maria Caneva.
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: