Scuola:Bianchi, importante nel tema è articolare il pensiero

'Io 50 anni fa feci tema di storia e presi 56/60'

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 21 GIU - "La maturità non è un test ma una valutazione complessiva anche su come i ragazzi sono cresciuti.
    Abbiamo voluto dare molto spazio alla prova orale per permettere ai ragazzi di esprimersi; se anche ci fosse uno 'scivolone' alle prove dei ragazzi, le commissioni terranno conto di tutto, valuteranno la persona e il suo percorso". Così il ministro dell'Istruzione Patrizio Bianchi ad un videoforum del Corriere.it.
    "Le tracce propongono una riflessione, importante è che - ha aggiunto - i ragazzi possano svolgere i loro pensieri articolandoli, importante è che siano capaci di argomentare una riflessione, importante è saper strutturare il pensiero; ogni parola è in fondo un monumento, al di là di sapere a cosa dice un autore o un evento. Fondamentale è la capacità di articolare bene il pensiero. Io oltre 50 anni fa feci un tema di storia sull'Unità d'Italia, presi 56 su 60".
    "In ogni narrazione c'è un pezzo di storia se si è in grado di farlo. E' stata fatta una riforma equilibrata che abbiamo seguito, ma sono strumenti per una narrazione che deve essere personale, per esprimere se stessi", ha proseguitoBianchi. "Ragazzi tranquilli, prima di scrivere pensateci , fate prima degli schemi: conta la coerenza logica del pensiero, la capacità di mettere nel foglio i pensieri. Calma, siate tranquilli determinati. I vostri prof sono responsabili, il presidente è (uomo o donna) di garanzia e i vostri docenti sono pronti per accompagnarvi in questa fase dela vita; sono soprattutto educatori. Ai genitori e familiari dico: state tranquilli, sostenete i ragazzi in questo passaggio importante della vita", ha concluso il ministro. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA