A Bologna intitola un centro giovanile a Federico Aldrovandi

All'inaugurazione i genitori Patrizia Moretti e Lino Aldrovandi

Redazione ANSA BOLOGNA

(ANSA) - BOLOGNA, 12 MAR - Il sindaco di Bologna, Matteo Lepore, ha intitolato il Centro Giovanile Meloncello a Federico Aldrovandi, il giovane morto a Ferrara il 25 settembre 2005 durante un controllo di polizia, a causa dei colpi subiti dai quattro agenti che lo fermarono e che sono stati poi condannati in via definitiva a tre anni e sei mesi. Alla cerimonia hanno partecipato anche i genitori di Federico, Patrizia Moretti e Lino Aldrovandi, e diversi rappresentati delle tifoserie di Bologna e Spal.
    La decisione era stata presa dalla Giunta precedente nel 2020, a seguito di una richiesta supportata da 650 firme di cittadini e da due ordini del giorno approvati dal Consiglio del quartiere Porto-Saragozza e dal Consiglio comunale di Bologna.
    La scelta di un luogo frequentato soprattutto da giovani risponde all'obiettivo di tenere viva la memoria di questa vicenda. Nel 2013 il Consiglio comunale di Bologna aveva conferito alla madre del ragazzo, Patrizia Moretti, la cittadinanza onoraria per essersi adoperata per raggiungere verità e giustizia, riponendo piena fiducia nelle istituzioni dello Stato. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA