Icona Design stupisce a Shanghai con robot merci per JinDong

Dopo mezzo per Meituan, un rivoluzionario veicolo per logistica

Redazione ANSA ROMA

Grande successo al Salone di Shanghai per l'innovativo veicolo a guida autonoma per trasporto merci che Icona Design Group ha realizzato in co-branding con JD, una delle più grandi aziende di e-commerce della Cina. Si tratta di una soluzione per la logistica completamente nuova e dedicata esclusivamente al trasporto di merci, che fa seguito allo Space-pod, il piccolo robot autonomo progettato da Icona per la piattaforma di e-commerce Meituan e mostrato per la prima volta al CES di Las Vegas in gennaio. I due veicoli-robot sono esposti a Shanghai accanto a Nucleus, il concept di autovettura anch'essa a guida autonoma e basata su una piattaforma con propulsione a idrogeno. "Icona collabora con aziende innovative e in rapida crescita che reinventano la nostra esperienza quotidiana nella consegna e nel trasporto dei beni di consumo - ha sottolineato Teresio Gigi Gaudio, presidente e AD di Icona Design. Nucleus, Space-pod per Meituan e il terzo veicolo per JD sono tre aspetti dello stesso approccio rivoluzionario alla mobilità urbana e al trasporto di persone e merci". In particolare il JinDong (JD) Autonomous Logistic Vehicle disegnato da Icona e realizzato con Chery e altri partne, è un prototipo funzionante che potrà essere "adibito al lavoro all'interno degli spazi di JD - ha spiegato Samuel Chuffart, vicepresidente e Global Design Director di Icona - con la funzione di coprire la distanza dai magazzini alle stazioni di consegna e ai robot di consegna terminali.

Il design è accessibile, non intimidatorio. Il suo aspetto comunica sobriamente, rivolgendosi all'esterno anziché in avanti: l'intenzione è consentire un approccio immediato e intuitivo per l'utente e per le persone vicine al veicolo. Le superfici aerodinamiche e la solida silhouette a doppia faccia sottolineano la piena versatilità di questo veicolo, così semplice nel suo aspetto e così ricco nelle sue prestazioni". In futuro un veicolo come questo potrebbe essere utilizzato nei campus, nei parchi industriali e in altre aree private e pubbliche controllate, e potenzialmente anche (dopo domani) su strade pubbliche, a partire dalle strade con corsie dedicate.

"Con questi altri due veicoli a guida autonoma - ha sottolineato Gaudio - Icona rafforza i suoi legami con la mobilità del futuro, guardando oltre il trasporto tradizionale delle persone e aprendo la sua ricerca progettuale a nuove dimensioni. I nostri tre studi a Torino, Shanghai e Los Angeles stanno spingendo al limite i confini dell'innovazione, con benefici tangibili per tutti i nostri clienti".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: