Auto immatricolate all'estero, 431 verifiche Polstrada in Fvg

Dal 2017 al primo semestre 2018

Redazione ANSA TRIESTE

Dal 2017 al primo semestre 2018 la Polizia Stradale ha controllato in Friuli Venezia Giulia 431 fascicoli per l'immatricolazione di veicoli provenienti dall'estero. Sono in corso accertamenti da parte delle Squadre di Polizia Giudiziaria per la verifica della regolarità delle pratiche di nazionalizzazione.
    Le verifiche riguardano la validità dei certificati di conformità tecnica dei veicoli e la regolarità della documentazione estera.
    In generale - informa il Compartimento di Polizia stradale Fvg - in Italia sono emerse diverse pratiche truffaldine. Si tratta per lo più di veicoli rubati o appropriati indebitamente in Italia o all’estero i cui dati identificativi vengono alterati ricalcando quelli di veicoli circolanti in altri Paesi, da cui solitamente provengono i documenti di circolazione utilizzati per l'immatricolazione. Altre volte invece, per rinnovare l'identità del veicolo, vengono utilizzati documenti rubati in bianco. Le pratiche truffaldine raffigurano il classico caso di un clone: una vettura circola contestualmente in due paesi, e organizzazioni criminali specializzate si occupano di tutto, dal procacciamento del veicolo all’alterazione dei dati, alla fornitura dei documenti per il restyling totale del veicolo. Nel 2018, sull'intero territorio nazionale, il 43% delle auto immatricolate all'estero arriva dalla Germania, il 27% dalla Spagna, il 10% dalla Francia. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA