10 mila incidenti stradali all'anno causati da animali selvatici

Coldiretti, sono 2 mln i cinghiali in Italia, più che raddoppiati in 10 anni

Redazione ANSA ROMA

Sono diecimila gli incidenti stradali all'anno causati da animali selvatici con 13 morti nei primi nove mesi del 2019 contro gli undici registrati in tutto l'anno precedente. Il dato è emerso con una stima Coldiretti su dati Regioni e Osservatorio Asaps in occasione del blitz a Roma, davanti a Montecitorio, di migliaia di agricoltori, allevatori, cittadini, esponenti istituzionali, sindaci e ambientalisti contro l'invasione dei cinghiali e degli animali selvatici ormai arrivati - spiega una nota - anche dentro le città. Il numero di incidenti gravi con morti o feriti per colpa di animali - segnala l'organizzazione agricola - è aumentato dell'81% sulle strade provinciali nel periodo 2010-2018 secondo l'analisi fatta su dati del rapporto Aci Istat. "Una vera e propria emergenza nazionale - sottolinea la Coldiretti - che mette a rischio la sicurezza e la salute degli automobilisti e che - secondo l'indagine Coldiretti/Ixè - porta 3 italiani su 4 (72,7%) a considerare un pericolo per la circolazione sui quasi 850 mila chilometri di strade e autostrade italiane la presenza di animali selvatici e di cinghiali. Coldiretti segnala inoltre che i cinghiali sono più che raddoppiati negli ultimi dieci anni, salendo a 2 milioni in Italia. In particolare nella dorsale appenninica si registra una concentrazione media di un animale ogni cinque abitanti. Viene sottolineato infine che oltre otto italiani su 10 (81%) pensano, sulla base del primo dossier Coldiretti/Ixe' sull'emergenza animali selvatici in Italia, che l'emergenza cinghiali vada affrontata con il ricorso agli abbattimenti, soprattutto incaricando personale specializzato per ridurne il numero.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA