Coronavirus: Fca off limits per chi è stato Cina o zona rossa

Ingresso vietato anche a chi presenta sintomi influenzali come febbre, tosse, difficoltà respiratorie

Redazione ANSA TORINO

Fca non consentirà l'ingresso ai propri siti a chi nei quindici giorni precedenti alla visita è stato in Cina o in altri Paesi dell'area asiatica o nei Comuni italiani della 'zona rossa'. E' quanto si legge in una nota in cui si forniscono le indicazioni, a scopo precauzionale, su come gestire gli ingressi di fornitori (imprese esterne e lavoratori autonomi) e visitatori che abbiano la necessità di recarsi in qualsiasi sito di Fca Emea.
    Azienda off limits anche per chi è stato a contatto diretto o indiretto con soggetti potenzialmente critici, cioè provenienti dalla Cina e da altre aree asiatiche o con soggetti residenti o provenienti dalle aree dei Comuni di Codogno, Castiglione d'Adda, Casalpusterlengo, Fombio, Somaglia, Bertonico, Terranova dei Passerini, Castelgerundo, San Fiorano, Maleo, Seto Cremonese, Vo'Euganeo e Dolo nei 15 giorni precedenti l'accesso programmato nel sito di Fca. Ingresso vietato anche a chi presenta sintomi influenzali come febbre, tosse, difficoltà respiratorie.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie