Mercedes SL, la serie leggendaria celebrata a Pebble Beach

Esposta anche SSK 1930 'creata' dal biellese Conte Trossi

Redazione ANSA ROMA

La storia della iconica Mercedes-Benz SL sarà al centro della presenza della Stella a Tre Punte alla Monterey Car Week e alla 70ma edizione del Concours d'Elegance di Pebble Beach che si svolgerà domenica prossima nella celebre località della costa californiana.


    La raffinatezza, il fascino e la perfezione tecnologica di questo modello o meglio di questa serie - la cui genealogia parte da 1952 - saranno al centro degli eventi a cui parteciperanno secondo le stime degli organizzatori (e pur con le limitazioni dovute alle norme sul Covid-19) circa 100mila appassionati provenienti da tutto il mondo.
    Le auto sportive Mercedes-Benz hanno del resto un legame molto stretto con gli Stati Uniti. Nel 1953, il commerciante e importatore di modelli di lusso Max Edwin Hoffman - convinto che un'auto sportiva Mercedes-Benz avrebbe avuto successo sul mercato americano - si reco a Untertürkheim per promuovere la sua idea di ampliare la gamma di modelli.
    Nel verbale di una riunione del consiglio di amministrazione del 2 settembre 1953 si legge: "Negli Stati Uniti, la gente si aspetta che Mercedes-Benz, un'azienda con un nome particolarmente apprezzato in quel Paese, offra anche un modello sportivo che da solo può fornire una base per l'esistenza dell'organizzazione di vendita".
    Queste sollecitazioni da parte di Hoffman (conosciuto anche per aver fatto nascere nello stesso modo la Porsche 356 e l'Alfa Duetto) hanno portato a due vere icone Mercedes, la 190 SL (W 121) e il 300 SL (W 198). Sono le cifre a confermare che Hoffman aveva ragione: solo nel 1954 e 1955, non meno dell'85% delle 996 unità di 300 SL Coupé costruite furono esportate negli Stati Uniti. Durante l'intero periodo di produzione, Mercedes-Benz ha consegnato più della metà di tutte le sue 300 SL in Nord America.
    A Pebble Beach Mercedes-Benz Classic presenta sei auto della sua collezione Heritage SL in occasione del Concours d'Elegance.
    Sono la vettura da corsa Mercedes-Benz 300 SL (W 194) numero 5, l'auto con cui Rudolf Caracciola, tre volte campione europeo dell'era Freccia d'argento dal 1934 al 1939, ha conquistato il quarto posto alla Mille Miglia del 1952. Hermann Lang, Campione Europeo nel 1939, arrivò secondo alla Carrera Panamericana nel 1952 su questa 300 SL.
    Ci sarà anche la 300 SL (W 194) numero 11, il prototipo da corsa ulteriormente sviluppato per la stagione 1953, un vero pezzo unico. Questa rarissima vettura sarà accompagnata dalla 300 SL Roadster (W 198) del 1957; dalla 280 SL 'Pagoda' (W 113), del 1969; dalla 380 SL (R 107) della 1982; dalla SL 500 (R 129) in versione Silver Arrow Edition - un modello speciale per gli USA in versione Silver Arrow Edition - del 2001 e, infine, dalla SL 55 AMG (R 230) del 2003.
    I gioielli della Stella a Tre Punte portati alla Monterey Car week dalla Mercedes-Benz Classic saranno affiancati nei numerosi eventi da quelli che - trattati con tutte le cure e protetti giorno e notte visto il loro grande valore - arrivano dalle collezioni private di tutto il mondo. Tra gli altri sono previste la Mercedes-Benz S Tourer (W 06) del 1927; la SS Armbruster Cabriolet (W 06) del 1927; la 680 S Saoutchik Torpedo (W 06) del 1928 e la 680 S Gangloff Sport 4 (W 06) del 1929.
    Obiettivi puntati anche sulla Mercedes Benz S Barker Tourer (W06) del 1929; sulla SS Erdmann & Rossi Roadster (W 06) costruita nel 1930 e soprattutto sulla SSK Conte Trossi Roadster (W 06) del 1930. Questa auto unica, costruita dal biellese Carlo Felice Trossi sul telaio W 06 - che era stato progettato come tutte le altre meccaniche di questa serie da Ferdinand Porsche durante la sua fase professionale come direttore tecnico in Mercedes tra il 1923 e il 1929 - fa parte da più di 40 anni della collezione dello stilista Ralph Lauren.
    Completano l'elenco delle rarità della Stella a Tre Punte la 38/250 SSK Roadster (W 06), del 1931: la 500 K Special Roadster (W 29) del 1936; la 540 K Special Roadster (W 29) del 1937; la 540 K Autobahnkurier (W 29) del 1938 - che ha vinto nel 2008 il premio Best of Show al Concorso di Eleganza di Villa d'Este - ma anche la 300 S Coupé (W 188) del 1952; la 300 SL Ala di gabbiano (W 198) del 1954; la 300 SL Ala di gabbiano (W 198) del 1955 e la splendida 230 SL Pininfarina Coupé (W 113) costruita in esemplare unico per essere esposta al Salone di Ginevra del 1963. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie