Nuova Audi A4: più connessa, più 'pulita' e molto più comoda

Provata la versione Avant Quattro con il moderno 2.0 TDI 190 Cv

Di Andrea Silvuni

A4, il modello di punta della gamma Audi, si rinnova e si adegua - andando come d'abitudine ben oltre - alle nuove esigenze della clientela in termini di immagine, di rispetto ambientale, di prestazioni e di qualità della vita a bordo. Lo fa assimilando il nuovo linguaggio stilistico del Marchio dei Quattro Anelli, portando a bordo l'ampio display MMI touch che mette a disposizione l'intuitività dei comandi tipica degli smartphone e - soprattutto - arricchendo la gamma motorizzazioni con il sistema mild-hybrid (MHEV) disponibile in abbinamento a diverse soluzioni. Da questo punto di vista la novità più importante nella gamma delle nuove Audi A4 è il debutto della variante sportiva S4 TDI, che adotta per la prima volta un motore V6 TDI alimentato a gasolio, combinato con il sistema MHEV a 48 Volt e ad un compressore ad azionamento elettrico che lavora assieme a quello azionato dai gas di scarico per ottenere il massimo rendimento con le minime emissioni allo scarico. Diversi dettagli estetici che conferiscono ad Audi A4 un aspetto dinamico ed esclusivo. La griglia single frame è più ampia, inedite linee orizzontali sottolineano l'impronta a terra, la fiancata è caratterizzata dal ribassamento della linea di spalla e i muscolosi profili in corrispondenza dei passaruota evocano il DNA dei modelli da Rally della famiglia Quattro.

Nella nuova A4 i proiettori Led sono ora di serie e la configurazione top di gamma Matrix Led si avvale della gestione adattiva degli abbaglianti. Un'ulteriore novità è rappresentata dagli allestimenti Base, Business, Business Advanced ed S line edition, alle quali si aggiunge il look esclusivo dei modelli S e A4 Allroad Quattro. Ridisegnato all'insegna dell'orizzontalità anche l'abitacolo. Al centro della plancia, orientato verso il conducente, spicca l'ampio display MMI touch. Grazie al raffinato collegamento in rete reso possibile dal nuovo sistema MMI, Audi A4 replica in abitacolo l'intuitività degli smartphone. Il display MMI touch con feedback acustico assolve le funzioni della manopola a pressione/rotazione collocata alla base della console del precedente modello. Il display TFT ad alta risoluzione da 10,1 pollici ha una grafica chiara ed essenziale, mentre la struttura dei menu semplifica la navigazione. Come è stato possibile verificare in un test attorno a Bolzano, la navigazione è ancora più versatile e facile da utilizzare a bordo della nuova Audi A4. Una novità che presto si aggiungerà alle informazioni su pericoli e segnali stradali online e al servizio On-Street Parking è rappresentata dalle informazioni sui semafori. Grazie al collegamento con l'infrastruttura urbana, tramite un server l'impianto semaforico invia informazioni all'auto in modo che il conducente possa adattare la velocità in funzione dell'onda verde non restare, dunque, fermi al semaforo. Tra le innovazioni appannaggio di Audi A4 spiccano le pionieristiche functions on demand (FOD), grazie alle quali i clienti potranno opzionare in modo flessibile, in base alle necessità, alcune funzioni d'infotainment anche dopo l'acquisto della vettura. Se il cliente desidera farsi un'idea di ciascun equipaggiamento, può optare per una fase di prova di un mese. Già durante questo lasso di tempo è possibile prolungare la prenotazione per un ulteriore mese, per periodi di medio termine oppure per sempre. Se il Cliente non desidera il prolungamento, la prenotazione scade automaticamente, senza necessità di disdetta. Nuova Audi A4 arriva sul mercato con consegne da settembre e con prezzi che partono da 38.800 euro (40.400 per la Avant) e con motorizzazioni turbo benzina, diesel e metano la cui potenza spazia da 122 a 347 Cv. In particolare Audi A4 2.0 TDI 190 Cv - oggetto del nostro test - è affiancata dalle motorizzazioni 2.0 (35) TFSI 150 Cv S Tronic, 2.0 (40) TFSI 190 Cv S Tronic, 2.0 (45) TFSI 245 Cv Quattro S tronic e 3.0 (45) TDI 231 Cv Quattro Tiptronic. I propulsori a benzina si avvalgono della tecnologia mild-hybrid (MHEV) a 12 Volt. Altre due unità con tecnologia mild-hybrid a 12 Volt - più precisamente i Diesel 2.0 (30) TDI 136 Cv S Tronic e 2.0 (35) TDI 163 Cv S Tronic - seguiranno a breve.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA