Kia Niro HEV 1.6 GDi edizione 2020, più elegante e connesso

Restyling crossover ibrido e PHEV nell'ambito delle Eco Weeks

di Andrea Silvuni MILANO

Elemento forte della gamma Kia per l'Europa, con 100mila unità vendute dal lancio, il crossover Niro è stato dal 2016 il portabandiera della strategia di rispetto ambientale della Casa coreana. Ora Niro arriva in Italia nella migliorata variante 2020, che viene inserita nel programma Eco Weeks che nel mese di novembre permetterà agli automobilisti di scegliere - con molti vantaggi - la soluzione 'verde' ideale all'interno di una gamma che spazia dal Gpl all'elettrico puro. Kia Motors Company Italy è oggi in grado di offrire ai propri potenziali clienti almeno una soluzione eco friendly per ogni segmento. E' il caso di Sportage che, oltre alla già apprezzata motorizzazione diesel mild hybrid, da poco è disponibile sul mercato anche in versione GPL, a fianco delle altre Kia bifuel Picanto, Ceed, Rio e Stonic. Da notare che il differenziale di prezzo di Sportagei Eco-Gpl sarà soltanto di 2.000 euro rispetto alle corrispettive versioni benzina 2WD. Nel 2020 arriveranno anche le due elettriche pure e-Soul ed e-Niro. Ma torniamo al modello oggetto del nostro test, ricordando quanto ha detto Giuseppe Bitti, AD di Kia Motors Company Italy.

''Niro, con i suoi successi, è diventato un modello strategico per la crescita di Kia in Italia - ha sottolineato Bitti - oltre che un elemento chiave per la nostra strategia di elettrificazione. Il suo design da crossover di tendenza, l'elevata versatilità, le basse emissioni e i costi di gestione contenuti ne fanno una proposta interessante per i privati e per le flotte aziendali. I miglioramenti introdotti in termini di qualità e design, sommati all'adozione del nostro sistema evoluto di connettività UVO renderanno la famiglia Niro una proposta ancora più attraente''.

Il design esterno della versione 2020 del crossover Kia è stato reso, infatti, più moderno ed esclusivo ispirandosi a quello dell'elettrica pura e-Niro. Pur conservando l'iconico frontale 'tiger-nose', Niro adotta nuovi scudi paraurti anteriori che gli conferiscono un aspetto più deciso, gruppi ottici ridisegnati (ispirandosi al tema 'ice-cube') e di nuove luci diurne a Led caratterizzate dall'esclusivo layout a doppia freccia. A richiesta sono disponibili i fari full Led e fendinebbia con tecnologia Led. Rivisto anche il look della coda con fanalerie Led, nuovo design del paraurti con skid plate in colore argento. Niro Hybrid offre ulteriori opzioni di personalizzazione grazie a due cerchi in lega da 16 pollici, oltre a un'opzione da 18 pollici con finitura diamantata. Niro si evolve anche al suo interno, dove Kia ha introdotto una serie di aggiornamenti stilistici e nuovi materiali con l'obiettivo di aumentare la qualità percepita e di creare a bordo un'atmosfera più sofisticata. Al volante si apprezza la riprogettazione della plancia, di superiore qualità e con un disegno più elegante e moderno. Il nuovo schermo LCD da 10,25 pollici - un optional - è molto leggibile e aggiunge le informazioni a quelle visibili nel display TFT da 4,2 pollici che arricchisce il quadro strumenti. Davvero completo è funzionale anche il sistema UVO Connect che dopo XCeed debutta in Niro, che utilizza il sistema Kia Live con SIM card dedicata per mantenere l'auto connessa e aggiornata in tempo reale. UVO permette di accedere alle informazioni sul traffico in tempo reale, alle previsioni meteo, ai punti di interesse, ai prezzi del carburante e alla disponibilità di parcheggi pubblici o in aree specifiche. Nuovo Niro Hybrid - il cui listino parte da 26.250 euro - non presenta modifiche al sistema di propulsione. La versione HEV 1.6 GDi DCT da 141 Cv di potenza complessiva (con 265 Nm di coppia massima già a 1.000 giri) conferma le ottime prestazioni e soprattutto un consumo combinato NEDC di 3,4 litri per 100 km con emissioni di CO2 pari a 79 g/km. L'impiego della sezione elettrica - che abbassa i consumi e i costi di gestione, in quanto ricarica diretta da parte dell'auto - è però agevolato dai nuovi paddle al volante che in modalità di guida ECO consentono di scegliere fra 3 livelli al rilascio dell'acceleratore, massimizzando il recupero. Niro Hybrid, come la versione PHEV, è inoltre equipaggiata con una trasmissione a doppia frizione a 6 marce che consente di ottenere una risposta più diretta del cambio (e una guida più divertente) rispetto ai sistemi a variazione continua, tipici di altri modelli ibridi. Da segnalare anche l'adozione di un nuovo freno di stazionamento elettronico, al posto di quello a pedale, e di dischi posteriori di maggiori dimensioni per assicurare più potenza frenante in tutte le condizioni. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA