Ministro Grillo, per la maternità servono le ostetriche territoriali

"Importante fornire orientamento e informazioni alle donne"

Redazione ANSA ROMA

 "Sto riflettendo sull'istituzione di ostetriche territoriali, la maternità nel nostro Paese è un concetto mai stressato. Le donne italiane non vengono instradate in questo percorso, ma lasciate da sole e all'iniziativa personale". Lo ha detto il ministro della Salute, Giulia Grillo intervenendo alla seconda Conferenza su "Protezione, promozione e sostegno dell'allattamento".
    "Io ho introdotto per mio figlio il latte artificiale, ma sono giustificata: sono ministro, sono tornata subito al lavoro.
    Le altre donne hanno quattro mesi...", ha raccontato il ministro.
    Giulia Grillo ha poi sottolineato che per le neo-madri c'è poca informazione, e poco orientamento, anche su argomenti delicati e complessi come la depressione post-partum, il ritorno a casa, l'allattamento: "Un momento della vita molto bello, ma che può essere anche fisicamente molto doloroso".
    "E' necessario immaginare un sostegno alle donne in questa fase, con informazioni ufficiali sulla maternità. E dove il ruolo dell'uomo va sottolineato per l'importanza e il supporto dell'allattamento - ha aggiunto -, alcune iniziative richiedono soldi, altre si possono gestire diversamente". E ha parlato della possibilità di creare proprio un'app del Ministero sulla maternità, gratuita oppure al prezzo simbolico di 1 euro per fornire tutte le informazioni necessarie.
    Il ministro ha poi ricordato il Tavolo presso il Ministero e i documenti guida sull'importanza dell'allattamento, il monitoraggio sulle cause che portano le madri a smettere di allattare, i disastri naturali in cui vengono coinvolte donne che nutrono al seno i figli. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: