Tabacco: Bellanova, rischiamo un esodo, bene impegno di Jti

Ora riprendere il dialogo al ministero per accordi pluriennali

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 09 DIC - La ministra per le Politiche agricole, Teresa Bellanova, indica il rischio di "un esodo irreversibile" dalle aree che, sulla tabacchicoltura, hanno costruito la loro identità economica, e, in questo contesto, dice che "le fa piacere" la conferma da parte di Jti di investimenti per 28 milioni di euro, nel 2021, per acquistare tabacco italiano, all'incontro "La filiera del tabacco, quale futuro".

"Riconosciamo - afferma la ministra - che alcune aziende manifatturiere, ed è il caso della Japan Tobacco, hanno collaborato per anni con i nostri tabacchicoltori, sostenendo modelli di agricoltura consapevole, moderna e virtuosa.

L'esempio della tabacchicoltura dell'Altotevere umbro è un modello di applicazione di buone pratiche agricole e di lavoro frutto dell'intenso impegno, della dedizione e degli investimenti degli agricoltori e anche della collaborazione tra i diversi livelli istituzionali".

In un "momento drammatico come quello che viviamo, dove la pandemia ha reso tutto più complesso e costoso", Bellanova sprona le manifatture internazionali a "maggiore attenzione e impegno per mantenere in equilibrio la filiera". "Ritengo necessario - dichiara la ministra - che tutte le manifatture internazionali riprendano il dialogo con il ministero per la sottoscrizione di accordi pluriennali che forniscano serie prospettive ai produttori per gli anni futuri". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie