In Italia solo un nonno su venti ordina cibo a domicilio

Fa spesa online, cerca ingredienti salutari e consuma superfood

Redazione ANSA ROMA

ROMA - In Italia solo un nonno su venti dichiara di ordinare pasti a domicilio abitualmente, il resto preferisce cucinare da sé. E' quanto emerge da un'indagine dell'azienda produttrice di pentole Lagostina, realizzata in occasione della Festa dei Nonni che ricorre il 2 ottobre, su un campione di 400 nonni italiani equamente distribuiti tra Nord, Sud e Centro Italia.

Il sondaggio è stato condotto alla luce dello studio del laboratorio AgeLab del Massachusetts Institute of Technology di Boston che indaga sulle abitudini quotidiane degli over 85 e mette in evidenza che i nonni non italiani preparano un pasto in soli 5 minuti, cercano ingredienti salutari e sperimentano le consegne a domicilio, copiando dai nipoti millenials.

Il fattore che unisce invece quelli italiani e quelli d'oltreoceano è la ricerca di ingredienti salutari con 3 su 5 di nonni italici che affermano di essere consumatori abituali dei cosiddetti superfood e 1 su 5 afferma di aver conosciuto e di apprezzare cibi e spezie, anche esotiche, grazie alle richieste dei propri nipoti. Viene segnalato inoltre che un nonno italiano su cinque dichiara di fare abitualmente la spesa online.

E' stato indagato infine sui piatti che nonni e nipoti preparano e consumano abitualmente insieme. Tra i primi è la pasta asciutta (38%) a farla da padrona: preparata con sughi di verdure, pesce o carne. Seguono i risotti (27%), le lasagne (19%) e la pasta fresca all'uovo (9%). Tra i secondi gli arrosti (31%), le polpette (22%) e le cotolette (14%). Tra i dolci prevalgono le crostate (29%) e le frittelle dolci (16%) .

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie