Peste suina: a Roma altri 3 casi, in arrivo nuove ordinanze

'Rimodulata la zona infetta, attesa anche quella del commissario'

Redazione ANSA ROMA

Altri tre casi di peste suina a Roma e altre ordinanze per rimodulare al zona infetta e prendere nuovi provvedimenti. "Nella giornata di oggi è attesa l'ordinanza che rimodula i confini della zona infetta a seguito della conferma di tre ulteriori casi di positività dei cinghiali a ridosso della zona infetta - spiega l'assessore all'ambiente del Comune, Sabrina Alfonsi - Nelle stesse ore è attesa l'ordinanza del commissario straordinario. Oggi pomeriggio alle 17:30 è prevista una riunione in prefettura".

Gualtieri, sarà ultimo anno con cinghiali a Roma
"I cinghiali sono anche una conseguenza del fatto che per anni Roma è stata molto sporca, sicuramente non è l'unica causa: non sono state fatte politiche di contenimento negli anni scorsi, per esempio". Lo ha detto il sindaco di Roma Roberto Gualtieri, ospite a "The Breakfast Club" su Radio Capital, spiegando le azioni da adottare nella Capitale contro la diffusione della peste suina. "Noi collaboriamo attivamente - ha aggiunto - con il commissario straordinario scelto dal governo. Abbiamo le zone rosse con recinzioni, nuovi cassonetti rafforzati in queste zone. La peste suina ridurrà il numero dei cinghiali, poi ci saranno anche le misure di abbattimento. Sarà l'ultimo anno con i cinghiali a Roma".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie