ANSAcom

Natale: cento Paesi al mercatino più grande del mondo

Dal 30 novembre all'8 dicembre Artigiano in Fiera a Rho

MILANO ANSAcom

Qualità, autenticità, novità da tutto il globo: l'Artigiano in Fiera, la più importante fiera delle arti e mestieri del mondo, gigantesco mercato di Natale, ritorna dal 30 novembre e fino all'8 dicembre per la sua 24/ma edizione nei padiglioni della Fiera di Milano a Rho.

Per nove giorni circa 3000 artigiani provenienti da un centinaio di Paesi di tutti i continenti saranno protagonisti nel presentare il lavoro dell'uomo con prodotti tipici e creazioni originali, tutte accomunate dalla manifattura d'eccellenza. Paese d'onore di questa edizione sarà l'Egitto.


E da quest'anno raccontare di centinaia di migliaia, se non di un milione di visitatori, non sarà più frutto di calcoli empirici e sensazioni. La prima novità di questa edizione sta infatti nella registrazione di ognuno dei visitatori necessaria per ottenere il pass di ingresso gratuito. Una iniziativa scandita dallo slogan "piacere di conoscerci", che si somma ai varchi di accesso con i metal detector di tipo aeroportuale installati da qualche anno a FieraMilano, e ormai indispensabile per garantire un alto livello di sicurezza.
Nei nove padiglioni della Rassegna, un vero giro del mondo, un percorso a tappe dove poter conoscere gli artigiani legati all' identità dei luoghi e della cultura da cui provengono.

"La Fiera - spiega il Presidente di Ge.Fi Antonio Intiglietta che organizza la manifestazione - è nata 24 anni fa con l'obiettivo di unire artigiani e visitatori, mettendo al centro la persona per creare una comunità di lavoro e di saperi. Artigiano in Fiera è quindi sinonimo di scoperta, di stupore, arricchimento emotivo, culturale e personale".
Artigiano in Fiera sarà anche una grande rassegna internazionale dell'enogastronomia con 42 ristoranti artigianali e 21 luoghi del gusto - dalla pizza napoletana alla paella spagnola, dai gustosi pizzoccheri valtellinesi ai ravioli e i baozi freschi della Cina, e agli autentici falafel e hummus dal Medio Oriente. E poi lo spettacolo con canti e balli folcloristici per rappresentare il fascino della storia e dei costumi di ogni popolo del mondo. Attesi visitatori da tutta Italia e dalla Svizzera: oltre alle tratte di Trenord, e delle metropolitane milanesi, grazie a Italo, la manifestazione sarà direttamente raggiungibile dai treni alta velocità e da Ginevra e Basilea, con gli Eurocity di Trenitalia.

In collaborazione con:
GeFi

Archiviato in