Verso Slow Fish, presidi aperti nel week end

La due giorni organizzata da Slow Food

Redazione ANSA GENOVA
(ANSA) - GENOVA, 25 GIU - Dalla pesca artigianale all'olio extravergine, dalle mille sfumature del chinotto allo sciroppo di rose, tanti appuntamenti per immergersi nella passione dei produttori. Da Buggio, piccola frazione del comune di Pigna in provincia di Imperia, fino a Carro, nello Spezzino, 150 km più a est: è Presìdi aperti, la due giorni (26 e 27 giugno) organizzata da Slow Food in occasione di Slow Fish, è l'occasione per scoprire i produttori che fanno parte della rete dei Presìdi in ogni angolo della Liguria.

Pescare… slow! La pesca artigianale del Golfo di Noli e isola di Bergeggi, in provincia di Savona. I pescatori del Presidio appartengono a una cooperativa, fondata all'inizio del Novecento. Le mattine di sabato 26 e domenica 27 giugno si potrà assistere al rientro delle imbarcazioni e passeggiare tra i profumi e i colori del mercato del pesce allestito sul lungomare di Noli.

Dall'altra parte del Golfo di Genova c'è Camogli: un delizioso borgo marinaro dove da secoli si pratica la tonnarella, un metodo di pesca simile (ma più semplice e piccolo) rispetto alla classica tonnara.

Non solo pesci: la cabannina, una razza bovina tutta da scoprire.

La Liguria non è soltanto pesce: nella zona di Genova, infatti, vive una razza bovina molto particolare, la cabannina. È particolare perché è una razza autoctona di questa zona. La cabannina è davvero un esempio di quella biodiversità che Slow Food predica da decenni: Le aziende agricole e gli agriturismi che fanno parte del Presidio aprono le proprie porte per visite alle fattorie, pranzi e degustazioni.

Frutta, verdura… e trasformati Dici Savona e pensi al chinotto. Slow Food Liguria organizza tre diversi momenti per scoprire ogni sfumatura del Chinotto di Savona: le visite nelle aziende di Finale e di Pietra Ligure e i laboratori di degustazione olfattiva in programma nel "Giardino dei chinotti e delle albicocche di Valleggia, nel centro di Savona.

Aglio e cipolla, in cucina, spesso vanno insieme. Nemmeno a farlo apposta, Vessalico e Andora, nel Savonese, distano appena una quindicina di chilometri e sono la patria di due Presìdi gustosissimi: l'aglio di Vessalico e la cipolla belendina di Andora.

A due passi da Andora c'è Albenga, una tappa obbligata per conoscere l'asparago violetto.

Restando nel Savonese, è possibile scoprire la castagna essiccata nei tecci di Calizzano e Murialdo.

Lo sciroppo di rose Per chi è davvero curioso… Vi siete mai intrufolati in un roseto per assaggiare il vero sciroppo di petali di rose? Se la risposta è no Maria Giulia Scolaro vi guiderà alla scoperta dello sciroppo di rose, una delizia dal potere quasi miracoloso. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie