ANSAcom

Da reading sul mare a concerti, apre Festival disobbedienza

Da 26 a 28 aprile a Santa Margherita artisti, musicisti e scrittori

SANTA MARGHERITA LIGURE (GENOVA) ANSAcom

Tre giorni di letture, musica, talk e performance artistiche: in riva al mare, sulla terrazza di un castello, sulle piazze. Il primo Festival della disobbedienza, che aprirà i battenti il 26 aprile a Santa Margherita inaugurando di fatto l'estate, segue anche in senso fisico percorsi inconsueti. In occasione del ritorno del premio Fernanda Pivano a Santa Margherita, a dieci anni dalla scomparsa della traduttrice, saggista, scrittrice che ha diffuso in Italia la letteratura americana, e fatto conoscere la beat generation, si riuniranno protagonisti della scena culturale, musicale e artistica italiana e internazionale. Qualche nome: Vinicio Capossela, Luca Barcellona, Emiliano Pepe, Dargen D'amico, Emilio Isgrò, Simone Savogin, Diego Passoni, Teresa Ciabatti, Piero Dorfles, Paolo Pellegrin. E a capitanare i "disobbedienti", ci sarà la Pina di Radio Deejay. La tre giorni di festival diffuso culminerà il 28 proprio con la consegna del premio Fernanda Pivano a un protagonista d'eccezione della letteratura americana tanto amata, tradotta e diffusa dalla scrittrice presa a emblema della disobbedienza. Il nome del vincitore non è ancora stato annunciato. "La disobbedienza - dice il sindaco di Santa Margherita Paolo Donadoni - è la chiave di volta della creatività. Santa Margherita Ligure alza la testa, si guarda intorno, sorride e inizia la sua strada verso il futuro partendo dalle vie, dalle piazze, dalle case che vengono restituite a una dimensione pubblica e sociale dell'arte".

In collaborazione con:
Comune di Santa Margherita Ligure

Archiviato in