ANSAcom

Ad Auronzo arriva ‘Dolomitike’, la montagna delle donne

Tra agosto e settembre 5 weekend di eventi al femminile

BELLUNO ANSAcom

E' la "montagna delle donne" quella che verrà raccontata da "DOLOMITIKE", la rassegna che tra agosto e settembre, all'ombra delle Tre Cime, proporrà cinque weekend di eventi al femminile. Inizierà il 31 agosto, ad Auronzo di Cadore, e di concluderà il 29 settembre, per un totale di quaranta appuntamenti.
"Dolomitike - La montagna delle donne", è promossa dal comune di Auronzo di Cadore insieme al Consorzio turistico Tre Cime Dolomiti e all'agenzia E20. La kermesse coinvolge una ventina di associazioni del territorio, che nell'arco di cinque weekend proporranno un programma di attività sportive, cultura e spettacoli, interamente dedicato alle donne.

Cuore della rassegna il Dolomitike Village, allestito nel Palaghiaccio di Auronzo di Cadore, che sarà non solo punto di partenza e sede di molti eventi, ma anche uno spazio aperto al pubblico per dare a tutti la possibilità di respirare l'atmosfera di Dolomitike. Il programma - consultabile sul sito www.dolomitike.com - prevede ogni fine settimana (dal venerdì alla domenica) un evento principale, attorno al quale ruotano altri collaterali, che si terranno in diverse location del territorio di Auronzo. Il primo weekend sarà nel segno della solidarietà, con la Run4Dolomitike, camminata 'ludico motoria' a passo libero organizzata la mattina di domenica 1 settembre da A.S.D. US Tre Cime Auronzo e Ren Bu Kan Treviso attorno al lago di Santa Caterina. Rivolta a donne di ogni età, comprende percorsi pianeggianti da 4,5 km (su strada sterrata, adatto anche per mamme con passeggini) e da 7,5 km: al momento dell'iscrizione, già effettuabile online sul sito, sarà possibile indicare a quale associazione destinare parte della quota di iscrizione (scelta tra "Belluno Donna- centro antiviolenza" e "Aism - associazione italiana sclerosi multipla". Il fine settimana del 6-8 settembre, invece, sarà una tre giorni dedicata alla prevenzione del tumore al seno. Lo scenario ancora una volta sarà il lago, che ospiterà "Dragon Boat - Donne in Rosa": organizzata da Dragon Boat Italia e Venice Canoe, una sfida a bordo delle caratteristiche canoe cinesi da 20 posti, con la partecipazione di donne legate ad Andos, Associazione Nazionale Donne Operate al Seno, che porteranno così la propria testimonianza di vita dopo la malattia; nell'occasione sarà possibile usufruire di visite senologiche ed ecografie gratuite all'interno dell'ambulatorio mobile allestito nel Camper Rosa.
Il weekend del 13-15 settembre metterà al centro il tema del benessere, attraverso una serie di appuntamenti legati alla cura della salute nella quotidianità e soprattutto attraverso la pratica del Nordic Walking: per questo l'associazione Strada Facendo nel pomeriggio di venerdì terrà un corso per apprendere questa disciplina,, mentre in serata guiderà una suggestiva camminata notturna di 7,5 km lungo il torrente Ansiei; sabato, quindi, si terrà un'altra camminata di 12 km nel parco naturale di Somadida, parte del cui ricavato verrà devoluto al Centro Antiviolenza Telefono Rosa di Treviso.
Il quarto weekend si parlerà di donne e lavoro insieme a Confartigianato Donne Impresa Belluno, che sabato 21 settembre consegnerà il premio "Eccellenza Donna Belluno" e domenica 22 organizzerà workshop e laboratori didattici presso il Dolomitike Village; sempre domenica, nella sala consiliare del Municipio di Auronzo di Cadore, la Rete al Femminile di Treviso promuove un incontro con la storica Emiliana Losma per raccontare biografie di "Donne in vetta", che hanno intrecciato la propria storia con quella delle Dolomiti.

Infine, sabato 28 e domenica 29 spazio alle arti marziali per un fine settimane dedicato all'autodifesa personale. L'associazione New Athletic & Martial School Center terrà corsi aperti a tutte le donne di Tae Kwon Do, Việt Võ Đạo, Viet Tai Chi e Karate, il cui ricavato sarà devoluto all'associazione Amiche per la Pelle, per l'umanizzazione delle cure oncologiche. «Auronzo di Cadore è veramente orgogliosa di ospitare Dolomitike - afferma il sindaco Tatiana Pais Becher - un progetto nuovo per il nostro territorio e unico nel suo genere per la montagna italiana, dove non esiste una rassegna delle donne così lunga e ricca di contenuti. Il legame tra la montagna dolomitica e la donna ha radici profonde, è del 1874 la prima salita alla Cima Grande di una donna, Anna Plomer, accompagnata dalla guida alpina Luigi Zandegiacomi Orsolina, ma in questi giorni si è registrata anche la prima, storica vittoria della tradizionale 'Camignada' da parte di una donna, Silvia Rampazzo. Quindi è molto forte il legame tra le donne e la montagna e il progetto Dolomitike riuscirà a trasmetterlo con l'entusiasmo che tante donne stanno mettendo per l'organizzazione degli eventi".

In collaborazione con:
Provincia di Belluno e Consorzio DMO Dolomiti

Archiviato in