ANSAcom

Unesco: Orlando, Palermo riferimento civile mediterraneo

PALERMO ANSAcom

"Non si scopre certo adesso che Palermo in questi anni abbia trasformato la lotta alla cultura e all'egemonia mafiosa nei diritti di tutti e di ciascuno". Lo dice il sindaco Leoluca Orlando dopo il riconoscimento di città antirazzista ottenuto da Eccar, organismo internazionale dell'Unesco.

"Queste politiche - aggiunge Orlando - hanno fatto diventare Palermo un punto di riferimento fondamentale nel Mediterraneo, molto più esigente della cultura della legalità. Grazie a questo percorso, oggi è una città attrattiva e sicura, dove i diritti dell'accoglienza non sono solo valori etici ma anche un formidabile fattore di convenienza".

L'obiettivo di Orlando è quello di aggiungere altri tasselli alla catena dei riconoscimenti all'impegno civile di Palermo.

Dopo avere ottenuto il titolo di "learning city", città che rivitalizza l'apprendimento nelle famiglie, nelle strutture formative e nelle comunità, si punta ora a un nuovo progetto: quello di essere inclusa dall'Unesco nella lista delle "città creative". Il punto di forza della candidatura richiama una tipicità culinaria che non ha confronti: lo street food, il cibo di strada considerato ormai un'eccellenza palermitana e siciliana. (ANSA).
   

In collaborazione con:
FONDAZIONE UNESCO SICILIA

Archiviato in


Modifica consenso Cookie