Le mostre del week end, da Margaret Bourke-White a Dante 'pop'

A Rovigo lo sguardo ironico e tenero di Doisneau

di Marzia Apice ROMA

ROMA - Gli scatti della pioniera del fotogiornalismo Margaret Bourke-White accanto allo sguardo ironico e tenero di Robert Doisneau; e poi il focus su Dante e sulla sua fortuna popolare dal Trecento a oggi: sono solo alcune delle mostre del prossimo weekend.

ROMA - Al Museo di Roma in Trastevere il 21 settembre arriva "Prima, donna. Margaret Bourke-White", in programma fino al 27 febbraio 2022: la mostra racconta la parabola esistenziale della pioniera del fotogiornalismo attraverso una selezione di 100 immagini provenienti dall'archivio Life di New York, soffermandosi sulla capacità dell'autrice di affrontare ogni aspetto della fotografia, dai reportage alle cronache di guerra, dagli scatti sull'Africa dell'apartheid e dell'America dei conflitti razziali ai ritratti dedicati ai grandi personaggi. A Casa Vuota è allestita dal 18 settembre al 31 ottobre la prima personale di Davide Serpetti dal titolo "The Sleepers": a cura di Francesco Paolo Del Re e Sabino de Nichilo, il progetto espositivo riflette sul sonno e sulle sue fantasmagoriche suggestioni proponendo una selezione di opere dell'artista di pittura e scultura.

TORINO - OGR Officine Grandi Riparazioni ospita dal 25 settembre al 16 gennaio 2022 "Vogliamo tutto. Una mostra sul lavoro tra disillusione e riscatto", a cura di Samuele Piazza con Nicola Ricciardi: a 50 anni dal romanzo di Nanni Balestrini "Vogliamo tutto" sulla lotta operaia a Torino, 13 artisti internazionali riflettono attraverso sculture, video, installazioni e performance sul tema della trasformazione del lavoro nel contesto post-industriale e digitale.

REGGIO EMILIA - "Caleidoscopica. Il mondo illustrato di Olimpia Zagnoli" è la mostra in programma dal 24 settembre al 28 novembre organizzata dalla Fondazione Palazzo Magnani negli spazi dei Chiostri di San Pietro. Disegni, stampe, neon, tessuti, sculture in ceramica, legno e plexiglas e oggetti di uso comune documentano il lavoro dell'illustratrice, attiva nella moda, nel design e nella comunicazione, e le sue fonti di ispirazione.

RAVENNA - Dal 25 settembre al 9 gennaio 2022 al MAR Museo d'arte della città di Ravenna è allestita "Dante. Gli occhi e la mente. Un'epopea pop", a cura di Giuseppe Antonelli e di Giorgia Salerno per la sezione di arte contemporanea: il percorso racconta la fortuna popolare di Dante e della Divina Commedia lungo i secoli, documentandone la presenza in una pluralità di mezzi espressivi, dalle illustrazioni ai romanzi, dalle canzoni ai film, dai fumetti ai videogiochi. Nella mostra anche una sezione contemporanea con opere di Edoardo Tresoldi, Irma Blank, Tomaso Binga, Richard Long, Letizia Battaglia, Kiki Smith, Rä di Martino, Robert Rauschenberg, Gilberto Zorio che hanno interpretato i temi danteschi.

ROVIGO - A Palazzo Roverella dal 23 settembre al 30 gennaio 2022 la mostra "Robert Doisneau", a cura di Gabriel Bauret: attraverso 130 stampe ai sali d'argento in bianco e nero, provenienti dalla collezione dell'Atelier Robert Doisneau a Montrouge, il percorso si sofferma sullo sguardo ironico e tenero, curioso e appassionato con cui il maestro, considerato uno dei padri fondatori della fotografia umanista francese e del fotogiornalismo di strada, guardava uomini e donne della sua epoca.

FIRENZE - È un viaggio multisensoriale tra immaginazione e realtà quello di "Inside Dalì", mostra in programma fino al 16 gennaio 2022 alla Cattedrale dell'immagine: in un mix di tecnologia all'avanguardia, immagini, veri e propri artefatti, illusioni e allusioni, il visitatore viene trasportato dentro il mondo dell'artista e nella sua vita, in una completa e 'Daliniana' immersione di oltre 35 minuti.

CASTELLANZA (Va) - "Ecco l'uomo" di Davide Caforio è la mostra fotografica che sarà inaugurata il 25 settembre a Villa Pomini: allestita fino al 10 ottobre, presenta oltre 40 scatti che l'autore ha realizzato tra l'Altomilanese e il Varesotto negli ultimi anni immortalando, con un efficace realismo drammatico, migranti, poveri e disperati per sottolineare l'umanità, spesso dimenticata, di chi vive ai margini.

ONLINE - Sarà inaugurata online il prossimo 25 settembre "L'eredità della vita", mostra nata nell'ambito della nuova iniziativa "Cambio io, cambia il mondo: pensare globalmente, cambiare interiormente, agire localmente" dell'Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai. L'esposizione, visibile sul sito ereditadellavita.it e sulle piattaforme social dell'Istituto, si compone di 18 pannelli nei quali, partendo dall'emergenza climatica provocata dalle attività prodotte dall'uomo, si mette in luce il ruolo cruciale che ognuno di noi può svolgere per salvare il Pianeta con le proprie azioni quotidiane.
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie