Napoli riapre i suoi tesori, all'Archeologico in 250

Aperti molti siti del Polo e i civici. Capodimonte dal 9 giugno

Redazione ANSA NAPOLI

 NAPOLI  - Napoli si riappropria dei suoi musei: non ci sono ancora i turisti ma sono molti i cittadini hanno scelto di trascorrere la giornata festiva, rigorosamente in mascherina, nei siti riaperti, tutti con prenotazione obbligatoria e visite contingentate. A cominciare dal Museo Archeologico Nazionale di Napoli dove in una atmosfera di festa sono arrivati in 250 (il 60% abbonati) tutti con biglietto on line, ad accoglierli il direttore Paolo Giulierini. Aperti anche molti siti napoletani del Polo Museale campano e i musei Civici Maschio Angioino e PAN (Capodimonte riaprirà il 9 giugno).
    Ai primi cinquanta visitatori del MANN sono stati donati cataloghi d'arte, il Mann caffè ha offerto degustazioni. Il flusso al termoscanner all'ingresso è stato scorrevole, gli spazi ampi del museo e la segnaletica consentono visite in sicurezza per i tre i percorsi (Classico, nuove collezioni e mostre) inclusi negli 8 euro del biglietto, ma ci si può abbonare con soli 10 euro per tutto l'anno con Open Mann (5 per studenti). "Oggi è un giorno straordinario, un giorno di rinascita e ripresa - dice Giulierini - Le attività continueranno numerose: sono confermate le mostre attuali, Thalassa, -Lascaux 3.0, Capire il cambiamento climatico, SuperWomen. Dal 12 giugno in programma la grande esposizione sugli Etruschi. Il MANN non si ferma, il mondo della Cultura sta progettando anni importanti, il Museo si sta ingrandendo: a luglio consegneremo i locali del Braccio Nuovo, nella primavera del prossimo anno avremo una nuova hall per un atrio aperto a cittadini e turisti e soprattutto, sarà riaperta l'ala della Statuaria campana''.
    Con Giulierini, anche Eleonora de Majo (assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli), Marta Ragozzino (D direttore del Polo Museale della Campania), Mirella Barracco (presidente Fondazione Napoli 99 e dell' Advisory Board del MANN) hanno visitato le sale degli Affreschi, appena riallestite.
    Tra i numerosi siti del Polo museale riaperti, i chiostri e giardini della Certosa di San Martino,il giardino di Villa Pignatelli, l'aiuola grande e il Belvedere della Villa Floridiana,il Parco e Tomba di Virgilio, i cortili e il giardino romantico di Palazzo Reale. Il sindaco Luigi de Magistris e l'assessore de Majo hanno partecipato alla riapertura del museo Civico di Castel Nuovo - Maschio Angioino (con l'inaugurazione della mostra Spiritus Mundi di Hermann Josef Runggaldier e Mario Ciaramella ) e del PAN, oggi entrambi con ingresso gratuito.
    Riaperto anche Palazzo Zevallos sede di Napoli delle Gallerie d'Italia di banca Intesa Sanpaolo. Anche Capodimonte riaprirà con biglietto ridotto ad 8 euro (acquistabile con app) e mostre prorogate, già riaperto il Real Bosco.(ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie