Artissima indaga su desiderio/censura

Dal 31 ottobre al 3 novembre. Diretta da Ilaria Bonacossa

Redazione ANSA TORINO

TORINO - La 26/a edizione di Artissima, Fiera Internazionale d'Arte Contemporanea di Torino, si terrà dal 31 ottobre al 3 novembre all'Oval, sarà diretta per il terzo anno da Ilaria Bonacossa (confermata alla direzione fino al 2021) e avrà come tema il binomio desiderio/censura, con l'obiettivo di stimolare una riflessione sul rapporto tra utopie contemporanee e il loro controllo.
    Sono queste alcune anticipazione rese note dal board della più grande fiera italiana dedicata all'arte contemporanea.
    "Il desiderio - dice Bonacossa - nasce dal rapporto tra corpo e società, realtà vissuta e realtà ambita. Le opere d'arte sono storicamente portatrici di immagini in grado di emancipare ciò che viene considerato un tabù, grazie al desiderio di sovvertire le regole, rendendo fluidi i confini tra normale ed eccezionale.
    Tra le novità di quest'anno l'ingresso di nuovi membri nel comitato di selezione delle gallerie e l'immagine grafica, uno sfondo nero forato da sei cerchi che lasciano intravedere un altro fondo.(ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA