Villa Pennisi in musica, festival note

Ad Acireale torna la kermesse di suoni, design, architettura

Redazione ANSA ACIREALE

(ANSA) - ACIREALE - Classica e non solo, grande musica, architettura, design, eco-sostenibilità: promette un ricco calendario di appuntamenti Villa Pennisi in Musical 2019, la kermesse che animerà Acireale dal 31 luglio al 13 agosto. Il festival propone in particolare il meglio della musica cameristica, da Mozart a Beethoven, da Stravinskij a Wagner, con Beatrice Rana, Alessandro Carbonare, il Sestetto Stradivari dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Fabien Thouand (primo oboe del Teatro alla Scala di Milano), Gianluca Campo flauto solista dell'Orchestra di San Gallo. L'appuntamento, alla undicesima edizione, è nato grazie alla famiglia Pennisi che mette a disposizione gli spazi della sua dimora ed è pensato come un "cantiere musicale" che unisce una scuola di perfezionamento e la rassegna musicale di eventi, tutti ad ingresso gratuito, chiamando all' incontro il pubblico della "classica" e della musica popolare.
    Il via il 31 luglio con i due cantanti partenopei Ilaria Graziano e Francesco Forni. Il 2 agosto il Gomalan Brass Quintet proporrà l'Aida di Giuseppe Verdi, una sfida alla lirica con i cinque musicisti in abiti di scena che suonano, cantano, interpretano, recitano, ballano l'opera. Il 4 agosto il Quartetto Katàne, che unisce l'esperienza musicale del "Sistema" Venezuelano del maestro José Antonio Abreue quella di antica tradizione Italiana, proporrà musiche di Haydn e di Brahms.
    Il 5 agosto due giovani promesse della classica: il pianista olandese Jasper Van der Klis e la violinista Elena Pavoncello, eseguiranno musiche di Grieg, Albéniz, Ysaye e Franck . Il 6 agosto Tobia Pizzirani al pianoforte eseguirà la Sonata "Appassionata" di Beethoven e la Sonata n. 3 di Chopin. Ancora il pianoforte protagonista del concerto del 7 agosto, questa volta con due pianisti (Francesco Bravi e Adriano Leonardo Scapicchi) impegnati in due capolavori nella versione originale per pianoforte a quattro mani: la Rapsodia Spagnola di Ravel e la Sagra della Primavera di Stravinskij. Sempre il 7 agosto il Primo Violoncello dell'Orquestra Sinfonica del Principado de Asturias, Maximilian von Pfeil, a Randazzo, si esibirà in recital con musiche di Bach, Britten e Kirchner.
    L'8 agosto il Festival entra nel vivo con il Gala Opening Concert a Villa Pennisi. Sarà il capolavoro di Stravinskij, Histoire du Soldat, a dare il via ai concerti con Alessandro Carbonare, David Romano, Mario Montore e Fiorenzo Madonna. Il 9 agosto torna a Villa Pennisi la giovane pianista Beatrice Rana, ormai star internazionale e reduce dai grandi successi americani e europei, per un concerto dedicato a Mozart di cui eseguirà, insieme con Massimo Spada, la Sonata per due pianoforti K448. In programma, inoltre, con i Percussionisti di Villa Pennisi, la Sonata per due pianoforti e percussioni di Béla Bartók. Cambio di rotta il 10 agosto con The Bass Gang, l'ensemble composto dai migliori contrabbassisti della scena italiana, provenienti dell'Accademia di Santa Cecilia, dall'Orchestra Regionale della Toscana e dal Conservatorio superiore di Ginevra, che eseguiranno musiche di Bach, Verdi, Gershwin e Piazzolla. Le musiche di Wagner e il "Memoriale", scritto da Riccardo Panfili ed eseguito in prima assoluta, saranno la proposta del Sestetto Stradivari in scena l' 11 agosto. Il 12 agosto l'Ensemble di violoncelli di Villa Pennisi presenta un concerto con musiche di Bach, Elgar e Haydn. Gran Finale il 1 agosto con Il Trio in la min. op 50 di ?ajkovskij eseguito da Mario Montore (pianoforte), David Romano (violino) e Diego Romano(violoncello). (Ansa).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA