Al Mic 35 pezzi degli anni '30 decorati ad aerografo

Alla Project Room faentina le opere donate da Giorgio Levi

(ANSA) - FAENZA, 05 FEB - Il Museo internazionale delle ceramiche (Mic) di Faenza ospita dall'8 febbraio al 3 maggio una mostra di opere donate da Giorgio Levi. Si tratta di 35 pezzi, per lo più servizi da tavola, decorati ad aerografo di manifattura italiana ed europea degli anni '30.
    I primi esempi della tecnica dell'aerografo applicata alla ceramica risalgono al clima modernista della Repubblica di Weimar e del Bauhaus in Germania, poi la tecnica si diffuse anche in Italia a partire dalle metà degli anni '20, in pieno gusto Decò. In mostra nella Project Room alcuni esemplari di ceramiche tedesche affiancati a pezzi delle principali manifatture italiane.
    Levi, professore ordinario di Informatica all'Università di Pisa fino al 2013, è collezionista e studioso di ceramica italiana del Novecento. Ha pubblicato una decina di volumi dedicati a manifatture toscane ed è tra l'altro fondatore della rivista scientifica 'Ceramica e Arti Decorative del Novecento'.(ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Aeroporto di Bologna



      Modifica consenso Cookie