Al Mambo di Bologna i 'fiori' di Morandi con due nuove opere

In mostra quindici lavori fino al 15 novembre

Due oli su tela raffiguranti 'Fiori' di Giorgio Morandi, uno del 1924 l'altro del 1946, sono stati dati in comodato gratuito al Museo Morandi dai collezionisti Enos e Alberto Ferri e fanno ora parte della mostra 'Morandi racconta. Il fascino dei fiori', esposti fino al 15 novembre, insieme ad altre tredici opere sullo stesso tema della collezione permanente.
    La mostra, a cura di Alessia Masi, copre un arco di tempo che va dal 1924 al 1957, ed indaga su un tema, i fiori, a torto ritenuto secondario nella produzione del maestro bolognese.
    Morandi infatti dipingeva fiori soprattutto per farne dono ad amici e conoscenti (tra cui Roberto Longhi, Valerio Zurlini, Eugenio Montale, Vittorio De Sica) e alle sorelle.
    In mostra anche due oggetti in porcellana provenienti dalla casa del pittore, insieme a ciò che resta di quei fiori di seta o essiccati che, proprio per la loro durata perenne, erano stati scelti dall'artista come modelli di rappresentazione. A completare il percorso, due acqueforti in cui Morandi affronta lo stesso tema, utilizzando fiori veri e freschi, oltre ad una selezione di lettere e documenti.  La mostra apre il ciclo di focus espositivi denominato Re-collecting, a cura di Lorenzo Baldi, che indagherà aspetti particolari, opere e temi, delle collezioni Mambo e Museo Morandi. 

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Aeroporto di Bologna



      Modifica consenso Cookie