Fondi Ue: tutti 51 programmi raggiungono i target spesa 2019

Scongiurato rischio disimpegni, certificati 15,2 miliardi

Redazione ANSA BRUXELLES

BRUXELLES - Obiettivi di spesa 2019 raggiunti per tutti i 51 Programmi operativi (PO) italiani cofinanziati con i fondi strutturali europei del ciclo di programmazione 2014-2020. Lo rende noto l'Agenzia per la coesione territoriale, che ha pubblicato la tabella con i dettagli sui target di certificazione delle spese da soddisfare entro il 31 dicembre 2019. In caso di mancato raggiungimento degli obiettivi legati alla 'regola N+3', che consente d'inviare alla Commissione Ue le certificazione di spese e la relativa richiesta di rimborso fino a tre anni dopo l'impegno della somma, i fondi non spesi sarebbero stati disimpegnati.

Al 31 dicembre, l'Italia ha certificato a Bruxelles un totale di quasi 15,2 miliardi di euro, ben oltre i 13,3 del target N+3. Per il Fondo di sviluppo regionale (Fesr) e il Fondo sociale europeo (Fse), il settennato 2014-2020 vale 53,24 miliardi. L'Italia ha quindi certificato fin qui il 28,5% del totale, molto meno della media Ue che per i due fondi viaggia fra il 35% e il 37%.

Il PO Fse del Piemonte è il più virtuoso: al 31 dicembre sono stati certificati quasi 436,2 milioni di euro, oltre il doppio dei 206,7 del target N+3 e poco più del 50% degli 872,29 milioni su cui può contare il programma.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."

Modifica consenso Cookie