Due mostre per la sostenibilità a Esch, capitale della cultura

In Lussemburgo, insieme a 18 comuni al confine con la Francia

Redazione ANSA

BRUXELLES - Stimolare la riflessione sulla perdita di biodiversità e il complesso rapporto tra l'uomo e l'ecosistema, nonché l’inquinamento atmosferico.

Sono i temi delle due mostre “Earthbound, in dialogue with nature” e “Respire” inaugurate a Esch-Alzette, in Lussemburgo, capitale europea della cultura 2022 insieme a 18 comuni al confine con la Francia. Le esposizioni sono al Möllerei e al Massenoire, due siti storici che rievocano il passato industriale della regione appositamente riqualificati per ospitare le opere d’arte.

La prima è una produzione dell’Hek di Basilea, a cura di Sabine Himmelsbach e Boris Magrini, e presenta 19 opere di artisti di fama internazionale, tra cui Melanie Bonajo, Refik Anadol e Sissel Marie Tonn. La seconda mostra è invece un progetto ideato dal DMLab dell’Università di Nancy.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."

Modifica consenso Cookie