Gualtieri, l'Ue faccia passi avanti sulle risorse comuni

Roma adotterà e ricostruirà una scuola ucraina

Redazione ANSA

BRUXELLES - Il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, si è detto convinto "dell'esigenza di affrontare le conseguenze economiche della guerra", "di avere investimenti importanti non solo per la transizione energetica digitale, ma ancora di più per l'autonomia, l'indipendenza energetica, per la ricostruzione dell'Ucraina e quindi l'esigenza che l'Europa faccia passi avanti ulteriori rispetto a risorse comuni come è stato fatto quando siamo stati tutti colpiti dalla pandemia".

"Prima si inizia a lavorare su questo e meglio è". Ne ha parlato a margine della plenaria del Comitato delle Regioni a Bruxelles. "Bisogna avere lo stesso coraggio che si è già avuto" arrivando all'emissione di titoli di debito comune e al programma Next Generation Eu, ha detto il sindaco. "Quando c'è stato bisogno di agire durante la pandemia quando tutti noi abbiamo dovuto prendere le misure di politica economica senza precedenti con il lockdown, con le politiche di supporto di sostegno, l'Europa ha dimostrato la capacità di agire in modo solidale e unito, di consentire a tutti di realizzare queste condizioni".

"Adesso stiamo parlando di una crisi diversa, non si tratta di replicare allo stesso modo quello che è stato fatto, ma si tratta naturalmente di avere la contezza del fatto che proprio gli obiettivi che ci si sta dando, a partire dalla dichiarazione di Versailles, che misurano i passi necessari in una serie di campi, a partire da quello energetico, che richiedono maggiore autonomia e indipendenza da parte europea". Poi "ci sarà il tema della ricostruzione dell'ucraina quindi è chiaro che occorre dotarsi di strumenti all'altezza di queste sfide".

"Stiamo pensando a come sia possibile fornire un aiuto concreto alla ricostruzione dell'Ucraina. Molti sindaci ucraini ne hanno parlato, penso sia una questione enorme. Come città di Roma vorremmo adottare una scuola distrutta dai bombardamenti e penso sarebbe bene che molte città e regioni europei facessero la stessa cosa, ciascuno adottando un edificio ucraino delle città in modo da ricostruire insieme agli ucraini e agli enti locali" – ha poi aggiunto Gualtieri. "Sono pienamente favorevole alla proposta di un programma di campi estivi per accogliere bambini che sia organizzato in modo congiunto con l'associazione delle città e vorrei confermare che Roma aderirà a questo programma e farà la sua parte", ha anche annunciato Gualtieri.

"A volte, secondo me, si vanno a cercare divisioni dove non ci sono. Io personalmente penso che il governo italiano stia lavorando molto bene e ha tutto il mio sostegno". Ha conclusoto Gualtieri alle domande sul Governo a guida Draghi. "La mia posizione è quella del governo italiano, sostengo il lavoro che sta facendo - ha affermato Gualtieri -: è equilibrato coordinato e coeso con quanto si sta facendo a livello europeo e della Nato, delle nostre alleanze internazionali. Mi sembra che ci sia in realtà pieno consenso sostegno alla politica del governo da parte di tutti i partiti della maggioranza. Il ministro Di Maio è intervenuto al Congresso di Articolo Uno illustrando, in modo perfetto devo dire, le azioni del governo su tutti questi fronti."

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: