Salario minimo: Ferrara, 'domani voto al Pe,poi basta scuse'

'Stipendi bassi vergogna che non può essere ignorata da governo'

Redazione ANSA BRUXELLES
(ANSA) - BRUXELLES, 11 LUG - "La Commissione Occupazione e Affari sociali del Parlamento europeo voterà domani l'accordo raggiunto lo scorso 7 giugno sulla direttiva sul salario minimo europeo. Dopo il via libera del Consiglio dell'Unione europea, tocca a noi legislatori europei approvare il testo che contiene importanti criteri vincolanti per determinare salari minimi adeguati ed equi e per contrastare la concorrenza sleale e il dumping sociale". Lo dichiara Laura Ferrara, europarlamentare del Movimento 5 Stelle.

"I dati del Rapporto annuale Inps, presentato oggi, mostrano senza ombra di dubbio l'urgenza dell'approvazione di una legge anche in Italia: il 23% dei lavoratori italiani guadagna meno di 780 euro al mese, mentre 4,3 milioni di lavoratori percepiscono meno di 9 euro all'ora. Quella dei salari da fame è una vergogna assoluta che non può più essere ignorata dal governo. Con il voto di domani in Commissione, e l'approvazione definitiva in plenaria a Settembre, le forze politiche italiane dovranno schierarsi e dire se stanno dalla parte dei lavoratori e quindi a favore del salario minimo o da quella di chi li sfrutta", prosegue l'eudeputata.

"L'Italia è l'unico Paese europeo in cui i salari sono diminuiti negli ultimi trent'anni. È arrivato il momento di rimediare a questa ingiustizia e di portare a casa questa riforma epocale per i diritti di tutti i cittadini", conclude Ferrara. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: