Riforma Patto: Toia, ora o mai più

'Adesso si vedrà chi vuole davvero Europa forte e solidale'

Redazione ANSA BRUXELLES
(ANSA) - BRUXELLES, 09 NOV - "Adesso o mai più: questa è finalmente l'occasione per un cambiamento di marcia radicale della politica e della governance economica europea, che abbiamo così spesso criticato". Lo scrive su Facebook l'europarlamentare Pd Patrizia Toia.

"La crisi di questi anni, la pandemia, la guerra - osserva Toia - ci hanno mostrato la necessità di rivedere e rivoltare le ormai vecchie norme europee in materia di bilanci pubblici, tutte incentrate sui pareggi di bilancio e sul controllo delle spese, comprese quelle che avrebbero potuto creare sviluppo e crescita, cioè le spese produttive e di investimento. Parametri 'stupidi' quelli del passato o 'requisiti irrealistici', come li ha definiti oggi il Commissario Gentiloni, presentando le prime proposte per cambiare il Patto di Stabilità.

L'idea di fondo è quella di passare da un sistema nel quale un numero e un algoritmo definiscono gli standard europei a uno nel quale sono i Paesi stessi protagonisti nel negoziare una loro proposta credibile di riduzione del debito, diventando così protagonisti delle scelte economiche e del loro sviluppo. Quindi ci saranno maggiori margini di manovra per gli Stati membri e un approccio alla gestione del debito pubblico più commisurato alle situazioni di partenza dei 27, molto diverse tra loro con un approccio realistico e lungimirante, lontano dai tabù dell'austerità degli scorsi anni.

Adesso - conclude Toia - si vedrà chi vuole davvero un'Europa forte e soprattutto solidale nell'investimento per la crescita e non solo pignola e occhiuta nel controllo dei bilanci e dei deficit". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: