Friuli Venezia Giulia
  1. ANSA.it
  2. Friuli Venezia Giulia
  3. Bankitalia, Fvg cresce in primo semestre,verso peggioramento

Bankitalia, Fvg cresce in primo semestre,verso peggioramento

Ma previsto calo seconda metà anno. Bene costruzioni e servizi

(ANSA) - TRIESTE, 15 NOV - E' cresciuta ancora l'economia del Fvg nel primo semestre 2022, in linea con la crescita nazionale; le prospettive sono invece di un peggioramento del quadro per la seconda metà dell'anno. Questo è quanto è stato comunicato oggi dalla Divisione Analisi e ricerca economica territoriale della sede di Trieste di Banca d'Italia nella presentazione dell'aggiornamento congiunturale sull'economia della regione.
    La performance positiva nella prima metà dell'anno è stata trainata dalle costruzioni, sostenute dal superbonus e dalla crescita del mercato immobiliare (+4,5 per cento nei prezzi delle abitazioni), e dai servizi, con turismo che ha superato i livelli prepandemici e trasporti con una performance molto positiva (+5 per cento merci movimentate nel porto di Trieste).
    L'industria invece ha risentito dei problemi di approvvigionamento e dei rincari energetici. Il valore dell'export è salito del 27,3 per cento ma ciò è largamente dovuto all'aumento dei prezzi.
    Il fatto che il 2022 è un anno segnato da risultati positivi per le aziende ha consentito il mantenimento di ampie riserve di liquidità. A causa dell'inflazione, però, il credito bancario alle imprese è cresciuto (dall'1,4 per cento di fine 2021 al 5,6 di giugno; 8,4 ad agosto). Sono cresciuti anche i prestiti alle famiglie nel primo semestre del 2022, soprattutto per quanto riguarda i mutui. La riduzione dei prezzi dei titoli azionari e obbligazionari, però, ha contribuito a determinare una significativa diminuzione dei titoli di famiglie e imprese (-8,4 per cento). E' rallentata anche la crescita dei depositi bancari di famiglie e imprese, ferma al 4,1 per cento, rispetto al 7,1 di dicembre.
    Sono molto buoni invece i dati dell'occupazione nel primo semestre 2022, che ha segnato un +5,2% rispetto all'anno precedente e superato i livelli pre-pandemici. In forte crescita i contratti a tempo indeterminato, che rappresentano quasi il 40 per cento delle attivazioni nette. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA



      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Nuova Europa


      Modifica consenso Cookie