Abu Dhabi: Jamieson resta in vetta, Pavan è 9/o

Dp Tour, Lowry e Pieters 2/i dopo 3/o giro. Bene l'azzurro

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - Negli Emirati Arabi Uniti, ancora una buona prova per Andrea Pavan. Il romano dopo il "moving day" dell'Abu Dhabi HSBC Championship di golf ha guadagnato cinque posizioni ed è ora 9/o con 210 (69 72 69, -6) . Unico azzurro ad aver superato il taglio, nel primo torneo delle Rolex Series del DP World Tour 2022 è distante cinque colpi dalla vetta occupata sempre da Scott Jamieson (205, -11). Ad Abu Dhabi lo scozzese - che nel palmares vanta un solo titolo nel circuito, arrivato in Sudafrica nel 2012 - è tallonato dall'irlandese Shane Lowry (che ha vinto questo evento nel 2019) e dal belga Thomas Pieters, entrambi secondi con 206 (-10). Chance per il titolo anche per l'indiano Shubhankar Sharma e il norvegese Viktor Hovland (numero 7 al mondo), quarti con 208 (-8).
    Sul percorso dello Yas Links (par 72) continua a ben figurare Pavan. Due titoli sul circuito (al Real Czech Masters nel 2018 e al BMW International Open nel 2019), il capitolino è reduce da un 2021 al di sotto delle attese. L'ultima Top 10 l'ha ottenuta nell'ottobre del 2019 all'Open d'Italia, quando si classificò decimo. E ora Pavan insegue il riscatto. Diciassettesimo dopo il primo giro, quattordicesimo al termine del secondo, ha chiuso il terzo con un parziale di 69 (-3), realizzando cinque birdie con due bogey.
    "Ho lavorato bene nell'ultimo periodo e fino a questo momento sto ottenendo un risultato inaspettato. Sono fiducioso per il finale di gara e spero di continuare così. Vengo da un periodo difficile, con momenti complicati", le dichiarazioni di Pavan che, ad Abu Dhabi, vuole un risultato di prestigio in un appuntamento che mette in palio 8.000.000 di dollari.
    Tra i big non hanno nessuna chance per il titolo l'inglese Tyrrell Hatton (campione uscente) e il nordirlandese Rory McIlory, entrambi 28/i con 214 (-2). Così come Collin Morikawa (secondo nel world ranking e primo americano a vincere la Race to Dubai nel 2021) e Tommy Fleetwood (che ha fatto suo questo evento nel 2017 e nel 2018), 54/i con 218 (+2). (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA