Ecco Open Italia disabili, per un green senza barriere

Il n.1 della FIG Chimenti, "questo sport non conosce limiti"

Redazione ANSA TORINO

(ANSA) - TORINO, 24 MAG - L'Open d'Italia Disabili - Sanofi torna protagonista al Royal Park I Roveri di Fiano (Torino) dove, il 25 e il 26 maggio, saranno 44 i partecipanti in gara.
    Per una sfida oltre il risultato, all'insegna dei valori e dell'inclusione sociale, punto imprescindibile del progetto Ryder Cup 2023.
    Il "green", per molti dei protagonisti della competizione, ha rappresentato il segreto della rinascita. Per uno sport aggregante, che punta ad abbattere ogni barriera. In Piemonte, Regione europea dello sport 2022, il livornese Tommaso Perrino (che ha vinto le ultime due edizioni del torneo, nel 2019 e nel 2021) e lo svedese Joakim Bjorkman (che ha fatto sua la competizione ininterrottamente dal 2015 al 2018), partiranno con i favori del pronostico.
    La rassegna è aperta a tutte le categorie di disabilità e si disputerà sulla distanza di 36 buche (18 al giorno). Inserita nel calendario dell'EDGA (European Disabled Golf Association), metterà in mostra la forza inclusiva del golf.
    "Questo evento, che porterà in campo tante storie di forza, coraggio e determinazione, testimonia l'impegno e l'attenzione della FIG verso tutti i giocatori e le giocatrici con disabilità. Stiamo registrando un crescente interesse per il golf da parte di tante persone che avevano timore ad approcciarsi allo sport. Il golf, grazie alla sua naturale propensione all'inclusività, non conosce limiti e apre nuove prospettive di vita all'insegna del benessere psicofisico", le dichiarazioni di Franco Chimenti, presidente della Federazione Italiana Golf.
    "Aggregazione e inclusione, due dei punti imprescindibili del Progetto Ryder Cup 2023, trovano piena realizzazione nell'Open d'Italia Disabili, un evento che, anno dopo anno, testimonia la forza attrattiva del golf verso il mondo paralimpico. Oltre alla dimensione agonistica, la FIG è impegnata anche nel sociale per favorire l'avviamento al golf di persone con disabilità. In quest'ottica prosegue a pieno ritmo su scala nazionale, Golf4Autism, iniziativa in collaborazione con Golf Program, per garantire lezioni personalizzate per bambini affetti da spetto autistico grazie alla formazione tecnica dei maestri predisposta dalla FIG", ha sottolineato invece Gian Paolo Montali, direttore generale del progetto Ryder Cup 2023. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA