Nice cresce con IoT e punta su Usa

Industria 4.0 trend mondiale, prorogare piano

Redazione ANSA MILANO

(ANSA) - MILANO, 11 OTT - Entrare "in modo prepotente nell'ambito dell'Iot (Internet of things), sempre più presente all'interno degli edifici" e, allo stesso tempo continuare l'espansione all'estero, "in particolare negli Stati Uniti, dove riteniamo di poter esprimere elementi importanti". E' la strategia di Nice, azienda veneta quotata in Borsa dal 2006, guidata dal fondatore Lauro Buoro, che produce sistemi per la "casa intelligente", dai cancelli alle tapparelle automatizzati, ma anche sistemi di allarme e di sorveglianza per le abitazioni.

"L'innovazione è nel dna di Nice, che da 25 anni investe in nuove tecnologie, e questo ci ha permesso di continuare a crescere", sottolinea il Ceo dell'azienda, Roberto Griffa, evidenziando anche "i vantaggi che l'Industry 4.0 sta portando a livello mondiale, in termini di efficienza, innovazione e creatività, aprendo il cammino per nuovi prodotti, nuove tecnologie e applicazioni".Per cui, "quella delle nuove tecnologie è una strada mondiale" e, dal canto suo, "l'Italia deve rassicurare tutta la sua industria, affinché sia competitiva nel breve e nel lungo periodo. Quindi sì alla proroga del piano Industria 4.0, anzi, bisogna fare ancora di più". Tornando all'espansione internazionale, Nice intravede negli Usa "opportunità a livello di acquisizioni o sinergie. Ci stiamo concentrando dove oggi abbiamo più forza, ovvero nell'automazione per cancelli e nella parte di allarmi".

Gli occhi dell'azienda di Oderzo (Treviso), spiega Buoro, sono puntati verso lo Stato di Washington, la Florida, la California e il Texas, dopo la recente acquisizione di Abode, start-up tecnologica americana della Silicon Valley, che realizza soluzioni intelligenti per la sicurezza dell'abitazione e la domotica integrate. Per quanto riguarda il mercato italiano "è storico per noi". Ma "è un mercato che non ha ancora ripreso a crescere come altri", dice Griffa, aggiungendo che "ci sono ancora aree business su cui non siamo ben posizionati, come gli allarmi, dove c'è tantissima concorrenza e dove vogliamo fare meglio. Ci sono opportunità di consolidamento del mercato che stiamo esplorando, ma al momento non abbiamo niente di concreto"

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Leggi anche: