Boccia: Genova cerniera per l'export in Europa

Facciamo investimenti perché infrastrutture sono idea di Paese

 "Last call per Genova significa che non è terra di confine ma di cerniera, per un Paese che deve guardare all'Europa, uno dei grandi mercati, avendo noi una vocazione all'export importante, la seconda manifattura d'Europa". Lo ha detto il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia al convegno 'Genova internazionale last call', promosso dall'associazione industriali di Genova nella sede di Esaote, dove sono presenti tra gli altri il governatore ligure Giovanni Toti, il sindaco di Genova Marco Bucci, il presidente di Confindustria Genova Giovanni Mondini. "Genova e la Liguria devono investire nelle infrastrutture e sono lo specchio del paese - ha detto Boccia -. In quanto tempo facciamo le cose che diciamo? Non dobbiamo aspettare traumi per reagire. L'esempio del Ponte Morandi è virtuoso tra virgolette. Facciamo investimenti, non solo per una politica anticiclica ma anche perchè le infrastrutture sono una idea di società".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie