Allenatore di minibasket aggredito

Sfogo su Facebook dopo i pugni di un padre scalmanato

(ANSA) - MILANO, 17 NOV - "A volte sembra che la tribuna debba essere una zona franca, dove per un'ora non esistono più regole": è il commento amaro di un istruttore di minibasket che, sul suo profilo Facebook, racconta un'aggressione subita recentemente negli spogliatoi da parte del padre scalmanato, vicenda ripresa in questi giorni da vari quotidiani e online.
    "Mi è successo sabato pomeriggio. Qualche genitore della mia squadra continuava ad inveire contro l'arbitro - scrive Roberto G. -. All'ennesima reazione esagerata di alcuni genitori ho dovuto richiamarli all'ordine dalla panchina. Uno di loro, però, ha preso male il mio richiamo e a fine partita è entrato nello spogliatoio, un luogo dove un genitore, appena finita la partita, non dovrebbe mai entrare. La persona in questione, davanti a mezza squadra (...) mi ha aggredito con una serie di pugni sul volto. Ho riportato una frattura al naso e un occhio bello viola".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Camera di Commercio di Milano
      Camera di Commercio di Milano
      Aeroporto Malpensa