Covid: Sos Lurago preso di mira da negazionisti, distrutti

Fra le zone più colpite dalla seconda ondata della pandemia

(ANSA) - MILANO, 24 NOV - "Pensavamo di non doverlo mai scrivere" inizia così un lungo post su Facebook di Sos Lurago organizzazione no profit con servizio di ambulanze nel Comasco - fra le zone più colpite dalla seconda ondata di Covid, che è entrata nel mirino dei negazionisti, post a cui ha aggiunto come stato "distrutto".
    "Si sta diffondendo l'idea che la nostra Associazione si stia inventando servizi di emergenza per correre a sirene spiegate nelle vie dei nostri paesi con il solo scopo di incutere timore alla popolazione, a seguito di 'pressioni ricevute dall'alto' - spiegano nel messaggio riportato dalla Provincia di Como e dall'edizione locale del Giorno - Voci che ci hanno raggiunto direttamente, anche con telefonate presso la nostra sede operativa e che speriamo, in ogni modo, possano limitarsi ad esse".
    Telefonate in sede con accuse chiare e una grande amarezza che ha preso i 190 volontari e 8 dipendenti della onlus, "persone comuni che scelgono, giorno dopo giorno, di portare avanti l'impegno di chi ben 35 anni fa decise di fondare una Associazione di Volontariato al servizio della Comunità".
    "Vicini a chi ha bisogno? Certo, sempre" aggiungono, "nonostante tutte le misure di sicurezza utilizzate, nonostante la mascherina, gli occhiali, la cuffia e i calzari, due paia di guanti e litri di disinfettanti... nonostante ciò scegliamo in ogni missione di mettere a rischio la nostra vita per il bene dell'altro". (ANSA).
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Vai al Canale: ANSA2030
    Vai alla rubrica: Pianeta Camere
    Camera di Commercio di Milano
    Camera di Commercio di Milano



    Modifica consenso Cookie