Buffagni, per Whirlpool no a cessioni insicure

Viceministro ad Ancona, lavoriamo per evitare chiusura Napoli

"Il governo sta lavorando per capire cosa si può fare, in primis per evitare la chiusura dello stabilimento di Napoli, anche se ad oggi la multinazionale americana ha chiuso a questa ipotesi, e garantire l'occupazione dei lavoratori". Lo ha detto ad Ancona a proposito della vertenza Whirlpool il viceministro allo sviluppo economico Stefano Buffagni a margine del convegno organizzato da Confindustria Marche, Fondazione Merloni e Fondazione Marche sul futuro della manifattura. "Non possiamo come governo - ha proseguito - tutelare che si facciano operazioni con cessioni a società, che magari non sono affidabili e di cui non si ha una chiara garanzia sul futuro". "Crediamo che la responsabilità sociale di impresa sia un tema importante - ha aggiunto - e Whirlpool non può non considerarla, anche in ottica di mercato italiano: non è una marca qualunque, ma è giusto che gli italiani conoscano questo tipo di comportamenti". "Sono certo - ha chiosato - che una soluzione si troverà".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere