Italia-S.Sede: bilaterale Draghi-card.Parolin il 2 marzo

A evento Patti Lateranensi prevista anche partecipazione Mattarella

    Si terrà il 2 marzo prossimo l'incontro bilaterale Italia-Santa Sede nell'anniversario della firma dei Patti Lateranensi e dell'accordo di revisione del Concordato. Inizialmente previsto per il 12 febbraio, il vertice è stato rimandato a causa della crisi di governo e nell'attesa per la formazione del nuovo esecutivo, e come apprende l'ANSA la nuova data è stata fissata al 2 marzo, quando sarà celebrato all'ambasciata italiana presso la Santa Sede, con le delegazioni governative guidate dal card. Pietro Parolin e per la prima volta da Mario Draghi, anche se con le restrizioni imposte dal Covid e senza il tradizionale ricevimento.

    L'annuale vertice a Palazzo Borromeo, con il confronto tra Italia e Vaticano sulle materie di interesse concordatario, sarà quindi una delle prime uscite pubbliche del neo presidente del Consiglio, Mario Draghi. All'evento celebrativo è prevista anche la partecipazione del capo dello Stato Sergio Mattarella.

    La delegazione vaticana, come fanno sapere fonti della Santa Sede, sarà di alto livello e guidata come da protocollo dal cardinale segretario di Stato Pietro Parolin. E' probabile che non farà mancare la sua presenza anche il presidente della Cei, il cardinale Gualtiero Bassetti.

    Per trovare una nuova data per la celebrazione dell'incontro bilaterale si è dovuti andare agli inizi di marzo poiché la prossima settimana, dal 21 al 26 febbraio, la Curia romana sarà impegnata insieme al Papa negli esercizi spirituali di Quaresima.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA




Modifica consenso Cookie