Governo: p.Occhetta, cattolici siano enzima riconciliazione

'E' in gioco il futuro del Paese'

(ANSA) - ROMA, 15 GEN - La crisi rischia di indebolire il Paese e dividere; in questo contesto "il mondo cattolico può essere enzima per ricomporre la crisi. Ha il compito di custodire il metodo democratico, ispirare il Recovery plan attraverso un nuovo modello di sviluppo integrale, riconciliare le tensioni tra credenti impegnati in politica, dare speranza senza alimentare le paure. È in gioco il futuro del Paese". Lo sottolinea il gesuita padre Francesco Occhetta, esperto di politica italiana, membro del Comitato Settimane Sociali della Cei, in un editoriale che uscirà domenica 17 gennaio sulla testata di 'Comunità di Connessione', la rete di formazione e dialogo politico rivolta ai giovani.
    "In politica le crisi sono fisiologiche e non patologiche - argomenta padre Occhetta - ma per superarle occorre distinguere il merito, il metodo e le intenzioni che le nutrono. L'alleanza di governo, nata contro le elezioni anticipate non si è trasformata a favore di un progetto comune. È mancata la volontà di dialogare se pensiamo che i leader politici si sono seduti una sola volta insieme. Nel merito IV ha 'gridato' alcuni punti legittimi da chiarire come ad esempio il Mes mentre il Pd li ha solo sussurrati. Nel metodo però la scelta di ritirare la propria rappresentanza di Governo contraddice il merito di migliorare ciò che si chiedeva. Per questo rimane un'incognita comprendere per l'opinione pubblica le intenzioni morali che hanno ispirato la scelta".
    Il Paese "ne esce indebolito, bastava raccogliere l'invito del Presidente Matterella per ritrovare l'unità nel rispetto delle differenze. L'azione di governo si è indebolita, il mondo cattolico può essere enzima per ricomporre la crisi".
    "Nel 1959 Moro aveva parlato di 'convergenze parallele', un ossimoro per dire che due o più partiti convergono su alcuni punti di programma, mantenendo una distanza nella linea politica. Ogni crisi porta con se dolore e costi, ma potrebbe essere la via possibile per salvare il Paese" conclude padre Occhetta. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA




Modifica consenso Cookie