Oltretevere

  1. ANSA.it
  2. Oltretevere
  3. Cristiani nel mondo
  4. Ucraina: Caritas,6 mesi guerra assistite 3,5 milioni persone

Ucraina: Caritas,6 mesi guerra assistite 3,5 milioni persone

"Serve una pace immediata, ucraini devono tornare a vivere"

(ANSA) - CITTÀ DEL VATICANO, 23 AGO - A sei mesi dall'inizio del conflitto in Ucraina, Caritas Internationalis lancia un nuovo appello per la pace, richiamando l'attenzione sull'alto costo di questa guerra in termini di vite umane e sulle pesanti conseguenze a livello locale e globale. "Mai ci saremmo aspettati che il conflitto potesse durare così tanto a lungo - afferma il segretario generale di Caritas Internationalis, Aloysius John - ma purtroppo continua a mancare la volontà politica di porre fine incondizionatamente alle violenze. Serve una pace immediata che offra finalmente agli ucraini la possibilità di iniziare a ricostruire le loro vite e il loro Paese. Il che purtroppo richiederà diversi anni". John sottolinea inoltre il devastante impatto del conflitto a livello internazionale. "Questa guerra sta contribuendo ad aggravare una crisi economica e umanitaria globale senza precedenti, con un drammatico dilagare dell'insicurezza alimentare con e i prezzi dei beni essenziali in continuo aumento. E come sempre a farne le spese sono i più poveri e vulnerabili".
    Sin dall'inizio del conflitto, le due Caritas presenti nel Paese - Caritas Ucraina e Caritas Spes-Ucraina - sono state al fianco della popolazione fornendo assistenza umanitaria ad oltre 3,5 milioni di persone. Sono stati distribuiti più di 2,8 milioni di pasti e pacchi viveri, e oltre 900mila kit igienici.
    Circa 300mila persone sono state assistite nella ricerca di un alloggio. Circa 100mila persone hanno ricevuto medicine o assistenza medica. Al tempo stesso sono stati assicurati servizi di supporto psico-sociale, assistenza legale. in molti dei centri Caritas sono stati inoltre allestiti spazi dedicati ai bambini e forniti programmi educativi.
    Anche le Caritas dei Paesi limitrofi - quali Polonia, Bulgaria, Romania, Moldavia, Slovacchia e Ungheria - sono state attive nell'accogliere e fornire assistenza ai milioni di rifugiati in fuga dalla guerra. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA



Modifica consenso Cookie