Staminali, 500 donazioni in Piemonte

Traguardo con giovane piemontese, ha salvato inglese con tumore

(ANSA) - TORINO, 13 NOV - Il Piemonte taglia il traguardo delle 500 donazioni di cellule staminali emopoietiche di midollo osseo in trent'anni di attività, il 12% delle donazioni totali italiane. L'ultimo caso nei giorni scorsi ha avuto per protagonista un giovane piemontese che, con la donazione, ha salvato un paziente inglese affetto da un grave tumore del sangue. Era l'unico compatibile tra gli oltre 37milioni di donatori iscritti nei registri internazionali.
    Nel 32% delle donazioni avvenute nei centri prelievo della Città della Salute di Torino, e degli ospedali di Cuneo e di Alessandria, le cellule donate hanno raggiunto il paziente all'estero. I 500 donatori effettivi sono stati selezionati tra gli oltre 70mila che in questi trent'anni si sono iscritti al registro. Negli ultimi cinque anni, il 70% dei donatori ha meno di 35 anni, il restante 30% meno di 25. Il 73% sono maschi. Il prelievo, che avveniva dalla cresta iliaca del bacino, dal 2005 è possibile dal sangue periferico.
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Vai al Canale: ANSA2030
    Vai alla rubrica: Pianeta Camere