Musica, archivio Scalero tutto italiano

A 150 nascita acquistato da Istituto Beni Musicali Piemonte

(ANSA) - TORINO, 15 DIC - L'Istituto per i Beni Musicali in Piemonte ha completato l'acquisizione dell'Archivio di Rosario Scalero. Lettere, fotografie, partiture autografe appartenute al compositore, di cui nel 2020 ricorrono i 150 anni dalla nascita.
    Materiali inediti, fino ad ora custoditi dagli eredi Maxime e Dominique Arnoldi in Canada e Monique de Ruette Arnoldi a Montestrutto (Torino), che tornano a disposizione di appassionati e studiosi.
    Formatosi al Liceo Musicale di Torino, l'Italia non si è mai dimostrata benevola con Scalero, che ha ottenuto i maggiori successi all'estero. Londra, Vienna, Lipsia le tappe della sua carriera, che raggiunge l'apice negli Stati Uniti. Arrivato a New York in piroscafo, dopo una traversata col celebre tenore Enrico Caruso e il maestro del coro del Metropolitan Opera House Giulio Setti, divenne insegnante di composizione a Philadelphia.
    Tra gli allievi Gian Carlo Menotti, Nino Rota, Samuel Barber.
    L'archivio è consultabile a Saluzzo (Cuneo), nella sede dell'Istituto che lo ha acquistato.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie